Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Debra Bernier e le sue stupende sculture che nascono da tronchi e radici e richiamano lo spirito della terra

Pubblicità

Debra Bernier è una straordinaria artista che vive nella capitale della provincia canadese della Columbia Britannica, Victoria.

La sua esperienza artistica si caratterizza per un uso assai sapiente ed evocativo dei materiali che la natura può offrire: legno portato a riva dal mare, conchiglie, argilla.

 

Il legno che adopera non deve per forza essere “nobile”, vanno benissimo anche i frammenti che la risacca getta sulla spiaggia la mattina. Il suo approccio alla scultura è un po’ quello di Michelangelo, nel senso che in ogni pezzo di legno Debra vede la figura che vi è contenuta, racchiusa o, potremmo anche dire, “prigioniera”.

Spiega infatti lei: “Quando lavoro col legno portato dal mare, non comincio mai con una tela bianca. Ogni pezzo di legno è già una scultura, creata dalle carezze delle onde e dal vento. Il legno mi racconta una storia e io cerco di pensare al viaggio che ha fatto mentre lo soppeso tra le mani. Mi limito ad allungare o accorciare le curve che già ci sono e le trasformo in forme di animali o visi di persone…”.

Pubblicità

La sua scultura si ispira a ciò che c’è di più sacro a questo mondo: i bambini, gli animali, la natura: “I pezzi finiti sono un riflesso non solo della mia vita, la mia famiglia e i miei figli, ma del legame sacro ed eterno che tutti noi abbiamo con la natura”.

Come accade a pochi fortunati a questo mondo, Debra Bernier è stata capace di trasformare in un affascinate mestiere le sue passioni di bambina: “La bambina che è in me – spiega infatti – è affascinata dalle forme chiuse nel legno, dai riflessi del sole sull’acqua, sui ciotoli e sulle alghe. È la semplicità che mi fa felice, non la complessità. E tutto questo spero di riuscire a condividerlo con le altre persone”.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...