Dei pescatori credono di aver trovato una foca su una lastra di ghiaccio, ma da vicino la realtà è un’altra

Storie come queste restituiscono la speranza nell’umanità delle persone. Tra decine di gesti mossi da cattiveria, un solo evento simile è capace di risollevare il morale e di tornare ad osservare la vita da una prospettiva migliore.

Protagonisti di questo episodio sono tre pescatori canadesi che, come ogni mattina, sono saliti sulla loro imbarcazione allontanandosi di diverse miglia dalla costa per svolgere il proprio lavoro.

Al largo delle gelide acque canadesi, dove la costa non era più visibile, i pescatori vedono un animale in lontananza, seduto al di sopra di una lastra di ghiaccio di pochi metri.

Il pensiero andò subito ad una foca, ma avvicinandosi di più capirono che si trattava di un animale decisamente meno abituato a certe situazioni: una volpe artica.

L’animale appariva denutrito e completamente terrorizzato. In quelle condizioni estreme la vita della volpe non si sarebbe prolungata molto. L’attivo dei pescatori cambiò il suo destino.

Dopo aver avvicinato l’imbarcazione alla lastra, fecero diversi tentativi prima di riuscire ad afferrare la volpe. Oltre ad essere spaventata e a scappare, i tre dovevano fare molta attenzione a non finire loro stessi in acqua.

Con caparbietà continuarono nella loro impresa, finché non raggiunsero il loro scopo di far salire l’animale sull’imbarcazione.

Le sue condizioni non migliorarono molto e il terrore le impediva perfino di accettare le cure e la premura dei tre uomini.

Dopo un po’ di tempo la volpe si rese conto di trovarsi al sicuro in presenza dei pescatori e infine iniziò a mangiare.

Riportato a terra, l’animale venne in un primo momento affidato alle cure mediche di veterinari esperti, poi rilasciata nel suo habitat naturale.

LEGGI ANCHE:  Foto memorabili di un giorno indimenticabile

Monitorata per qualche giorno, i medici constatarono che a quel punto poteva essere nuovamente autonoma. Un epilogo felice per un animale che pochi giorni prima di trovava a poche ore dalla morte.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...