Dimagrire con pochi carboidrati: le alternative alla pasta

alternative low carb alla pasta

Dimagrire con pochi carboidrati: le alternative alla pasta.

Sono molti anni, ormai, che le diete low-carb sono al centro dell’attenzione. In generale una dieta a basso tenore di carboidrati è un regime alimentare che costringe chi lo segue a rinunciare alla pasta.

alternative low carb alla pasta

Soprattutto per noi italiani rinunciare alla pasta può rivelarsi un sacrificio superiore alle nostre forze. Ma niente paura: si possono trovare ottime alternative altrettanto gustose ma con decisamente meno zuccheri.

Dimagrire con pochi carboidrati: le alternative alla pasta

Come? Per esempio provando gli spaghetti o le fettucine di zucca. Si preparano a partire dalla polpa della zucca e nell’aspetto ricordano un po’ alla lontana i nostri spaghetti o fettuccine. Dal punto di vista nutrizionale, cento grammi di spaghetti di zucca contengono circa il venti per cento in meno di carboidrati rispetto alla pasta “normale”.

Ma il vantaggio degli spaghetti di zucca non sta solo qui: sono infatti ricchi di vitamina A, decisiva per la salute della pelle, nonché di vitamina C e vitamina K (quest’ultima essenziale per la coagulazione del sangue).

Seguire una dieta a basso tenore di carboidrati può essere fondamentale per diminuire di peso. Una ricerca brasiliana condotta nel 2008 su un campione di ottanta adulti in sovrappeso lo ha dimostrato abbastanza chiaramente.

Un’altra alternativa alla pasta può essere il couscous di sedano rapa, un ortaggio dal sapore leggermente piccante ricco di manganese e vitamina C.

Se poi il nostro couscous lo vogliamo con ancora meno carboidrati, possiamo scegliere il cavolfiore come ingrediente principale. Basta tagliare le cime e poi passare il resto al robot di cucina fino a che raggiunge la consistenza del riso, più o meno.

LEGGI ANCHE:  Tina Cipollari perde 3 kg in 10 giorni grazie ad una dieta. Ecco il menù e cosa mangia

Sempre nell’ambito delle alternative alla pasta per una dieta low-carb, vanno anche citati gli shirataki: si tratta di noodles fatti con farina di konjac, una pianta asiatica che contiene glucomannano, una fibra solubile che rallenta la digestione

Inutile sottolineare, infine, la necessità di consultare il proprio medico di famiglia (e possibilmente anche un dietologo) prima di intraprendere una dieta di questo tipo.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...