Ecco come fare un ottimo anticalcare fai da te: semplice ed economico!

anticalcare fai da te

Come fare l’anticalcare fai da te.

Chiunque abbia mai fatto le pulizie di casa sa che brutta bestia è il calcare. Lo trovi dappertutto; in cucina, nel bagno, in lavatrice. In genere la colpa è dell’acqua del rubinetto che è troppo dura. Dai dai lascia il suo deposito nei tubi, sulle guarnizioni e in ogni dove e sbarazzarsene può diventare un’impresa.

Certo, ci sono gli anticalcare commerciali. Sono efficaci, ma lasciano anche in giro residui chimici e comunque non sono affatto amici dell’ambiente. Perché allora non provare con un anticlacare fai da te e del tutto naturale?

Qui di seguito ti illustriamo la ricetta per prepararlo: si tratta di uno spray all’acido citrico.

Come fare l’anticalcare fai da te

Come avrete già immaginato, l’ingrediente principale di questo prodotto casalingo anticalcare è l’acido citrico. Si tratta di una sostanza che, come dice il nome, si ricava dagli agrumi e si presta a molti impieghi differenti, evidentemente anche lontano dalla cucina.

Gli ingredienti

Per mettere insieme questo anticalcare fai da te ti occorrono: un litro di acqua tiepida (meglio se demineralizzata); 150 grammi di acido citrico; un contenitore graduato; un imbuto; un nebulizzatore; un cucchiaio.

Il procedimento è semplicissimo.

Metti a scaldare l’acqua fino a che non intiepidisce. A quel punti ci versi dentro l’acido citrico, un po’ alla volta, e mescoli per bene. Dopodiché, servendoti di un imbuto, versi la soluzione in una bottiglia munita di nebulizzatore. Puoi anche dividere in due bottiglie.

Tutto qua: il tuo anticalcare casalingo è già pronto!

In sostanza si tratta di una soluzione al 15 per cento per ogni litro d’acqua. Per un mix dall’azione più potente, puoi arrivare fino al 20 per cento di acido citrico per ogni litro d’acqua, ovvero 200 grammi per litro.

LEGGI ANCHE:  Come pulire a fondo il WC in modo veloce e senza l'uso di prodotti tossici

Adoperarlo è altrettanto semplice. Basta spruzzarlo sulle zone da trattare e lasciarlo agire per un cinque/dieci minuti, dopodiché risciacqui.

Importante: essendo acido, l’acido citrico non va adoperato su marmo, legno e altre superfici delicate.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...