Un team di scienziati della Newcastle: Ecco cosa succede se metti una pianta di Rosmarino in casa…

Un team di scienziati ha dimostrato è possibile aumentare la memoria del 75% e combattere la demenza con il rosmarino. Quest’erba aromatica offre numerosi benefici per la salute, ecco perché è una delle piante che è stata comunemente utilizzata nel corso della storia.r3

Un fatto interessante è che gli antichi Greci indossavano rametti di rosmarino nei capelli. Questa incredibile erba è stata usata per aumentare la memoria a lungo termine e la vigilanza per millenni. Anche il famoso Shakespeare menziona gli incredibili benefici del rosmarino in “Amleto”.

Uno studio condotto presso l’Università Northumbria, Newcastle nel 2003 ha scoperto che il profumo del rosmarino è legato ad “un miglioramento delle prestazioni per la qualità complessiva della memoria e dei fattori di memoria secondaria”.

Dopo dieci anni, questi scienziati hanno dimostrato scientificamente l’aumento delle capacità cognitive che offre questa pianta. Gli esperti hanno seguito una ventina di persone, svolgere esercizi di sottrazione e compiti di elaborazione dell’informazione visiva e altri test. Hanno valutato l’umore dei partecipanti prima e dopo l’esposizione al profumo di rosmarino e hanno prelevato campioni di sangue.

Lo studio ha coinvolto 66 persone in tutto, e sono stati divisi in modo casuale in 2 gruppi: il gruppo controllo senza rosmarino e quello con rosmarino.

I risultati sono stati sorprendenti, l’odore di rosmarino ha significativamente aumentato la memoria nei partecipanti.

I partecipanti nella stanza col rosmarino hanno avuto un miglioramento della memoria del 60-75%.

Inoltre, i campioni di sangue hanno mostrato che il sangue dei partecipanti esposti alla camera di rosmarino aveva livelli rilevabili di 1,8-cineolo, che è un composto attivo presente nel rosmarino. Ciò significa che questo composto è stato assorbito nel flusso sanguigno dei partecipanti.

Il dottor Mark Moss, che era il capo ricercatore, ha dichiarato:

“Questo composto è presente nel rosmarino e l’aroma agisce come una droga terapeutica. Si pensa che le sostanze chimiche possano stimolato direttamente il nervo olfattivo nel naso, che potrebbe avere effetti sul funzionamento del cervello. “

LEGGI ANCHE:  “Non c’è plastica che non si possa recuperare”: la sfida di Miranda Wang all’inquinamento

La presenza di sostanze importanti come l’acido rosmarinico, combattono i danni dei radicali liberi, contrastano la neurodegenerazione beta-amiloide-indotta nell’ippocampo, inibiscono la crescita delle cellule tumorali e contrastano il morbo di Alzheimer.

 

Il dottor Mark Moss, essendo molto ottimista ed eccitato le implicazioni reali dello studio, ha detto:

 

“Le piante sono organismi molto complessi e contengono molti composti attivi diversi e questi variano in concentrazione da pianta a pianta e anche all’interno della stessa pianta nel corso di una giornata.

I possibili impatti di aromi ed estratti vegetali potrebbe potenzialmente portare ad una identificazione della migliore combinazione per promuovere effetti specifici “.

Inoltre, il dottor Alan Hirsch, direttore del odore e il gusto di trattamento e Research Foundation di Chicago, che faceva parte di questo team di esperti, è d’accordo e sostiene che i risultati di questo studio aprono un’altra prospettiva per esplorare gli effetti di questa magnifica erba naturale.

Gli esperti sostengono che, al fine di godere dei benefici del rosmarino, si potrebbero diffondere alcune gocce di olio essenziale biologico di alta qualità utilizzando un diffusore.

Si può anche semplicemente posizionare la pianta alla scrivania in ufficio o in qualche altra parte in casa.

Biologa Nutrizionista: Maria Leonardi

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...