Ecco quali sono le cattive abitudini che danneggiano la salute dell’anca e cosa fare

Con il passare del tempo i disturbi alle ossa diventano molto frequenti, soprattutto nelle donne che cominciano ad avvertire un dolore nella zona inferiore della schiena e delle natiche. Quando questa condizione diventa frequente è molto importante consolare un medico, ma prima che ciò accada è possibile adottare delle nuove abitudini per ridurne il rischio di insorgenza.

ancaricicloenonsolo

Innanzitutto analizziamo le abitudini scorrette, tra le principali cause dei dolori all’anca.

1. La vita sedentaria è causa di molti mali, e il dolore all’anca è uno di questi. Se passiamo molte ore seduti dietro una scrivania, davanti alla televisione o al computer è molto probabile che con il tempo inizino a manifestarsi gli odiosi dolori all’anca.

Cerchiamo di muoverci il più possibile, facciamo esercizio fisico o semplicemente dedichiamoci ad attività che implicano il movimento.

Del resto anche stare sempre in piedi può causare il medesimo problema, dunque troviamo un equilibrio tra il riposo e il movimento.

2. Seguire una dieta corretta non vuol dire esclusivamente ridurre le quantità di cibo ed evitare determinati alimenti. La dieta adeguata prevede infatti l’assunzione delle giuste dosi di calcio, fosforo e magnesio.

Cerchiamo di introdurre nella nostra dieta gli alimenti ricchi delle suddette sostanze, mentre bisogna interdire in modo assoluto le bevande gassate, i dolci, l’alcool e il tabacco.

3. Molte donne non andrebbero mai in giro senza tacchi, eppure sono proprio questi ultimi a causare con il tempo problemi all’anca e più in generale alle ossa dello scheletro. Cerchiamo di evitare i tacchi che misurino più di 4cm di altezza, e soprattutto impariamo ad usare scarpe comode senza tacchi.

LEGGI ANCHE:  Come sbarazzarsi della pancetta con un manico di scopa

Oltre ad evitare cibi ed abitudini, possiamo agire attivamente affinché le nostre ossa possano godere di alcuni benefici.

Come abbiamo detto, non dimentichiamo magnesio e calcio, inoltre dedichiamoci al nuoto, la migliore attività per ridurre il rischio di problemi alle ossa.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...