Ecco perché anche i medici consigliano questa strana pratica!

Potrebbe sembrare quasi strano, eppure, la ginecologa statunitense, spiega che è una pratica molto efficace per contrastare lo sviluppo di micosi vaginali. Dopo un rapporto, le donne che sono soprattutto soggette a infezioni fungine dovrebbero usare un phon per asciugarsi.

Il suggerimento è dato dalla ginecologa Alyssa Dweck, che lo ha spiegato nel suo libro “The Complete A to Z for Your V” (“Dalla A alla Z sulla vostra V, il titolo in italiano”). Beatrice Wagner, una sessuologa tedesca, è d’accordo con la sua teoria e spiega: “Quando abbiamo un rapporto con il nostro partner ci scambiamo molti batteri, che si sentono a casa in un ambiente umido come la zona intima”. Rassicuriamo però che non sempre i rapporti possono causare infezioni nelle zone intime: “In genere il nostro sistema immunitario è pronto a reagire. Ma chi è soggetto a questo tipo di micosi dovrebbe utilizzare il phon – anche se potrebbe sembrare stano”, ha spiegato la terapeuta.

Per prima cosa bisogna sciacquarsi con acqua tiepida e poi selezionare il getto freddo del phon sulla zona esterna.

Cosa si intende per micosi vaginale?

La micosi vaginale è un disturbo molto diffuso: a soffrirne è il 75% delle donne. I sintomi sono prurito e bruciore nelle parti intime. La più frequente è l’infezione da Candida che va ad alterare l’equilibrio della flora batterica.

La micosi vaginale può svilupparsi a causa di sbalzi ormonali (durante la gravidanza o menopausa), quando il sistema immunitario è debole o può essere dovuta all’assunzione della pillola contraccettiva. Inoltre la micosi vaginale può comparire anche a seguito di una pulizia eccessiva con saponi aggressivi e l’uso di indumenti molto stretti. Se notate la sintomatologia descritta qui sopra, prendete un appuntamento con il vostro ginecologo.

LEGGI ANCHE:  Maschera per capelli: ecco come applicarla perché sia efficace davvero!

Comunque sia l’uso del phon è raccomandato soprattuttoo alle donne che sono soggette a questo tipo di infezioni.

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...