Far germogliare un pino in casa: da una pigna, scopri come

far germogliare un pino in Come far germogliare in casa un pino con una pigna 6 738x1024 2

Far germogliare un pino in casa: da una pigna, scopri come

Il pino, si sa, è un magnifico albero sempreverde. C’è chi lo ritiene un emblema di buona fortuna e anche un simbolo di longevità. Nell’antichità classica si credeva che fosse un potente talismano contro le forze del male.

far germogliare un pino in Come far germogliare in casa un pino con una pigna 6 738x1024 1

Se come noi amate queste piante belle e maestose, vi farà piacere scoprire che non è impossibile far crescere un pino in casa.

Basta seguire le semplici indicazioni che vi elenchiamo qui di seguito.

Tra l’altro può essere anche una bellissima idea regalo!

Uno. Trovare una pigna

Per coltivare un pino, in primo luogo occorre trovare una pigna. Dev’essere giovane e soprattutto è essenziale che non sia aperta. Questo perché deve ancora contenere i semi. Quando si apre, infatti, la pigna perde i semi e non è più capace di germogliare.

Meglio poi una pigna grande di una più piccola: nelle pigne più grandi i semi di solito sono più vitali e di qualità migliore. Anzi, meglio raccogliere più di una pigna, per avere maggiori probabilità di successo.

Due. Trattare la pigna con un insetticida

Una volta a casa, la pigna va lavata in modo piuttosto veloce con una soluzione di acqua e zolfo calcico o polisolfuro di calcio. Questa operazione si può anche saltare, ma ci garantisce di non portarci in casa eventuali funghi o altri parassiti.

Tre. Asciugare la pigna e fare uscire i semi

Lavata la pigna, questa va poi collocata in un posto asciutto. A questo punto bisogna aspettare che si asciughi e che si apra. Alcuni semi cominceranno a fuoriuscire. Quelli più scuri di solito sono i migliori. In caso vogliate far germogliare i semi direttamente dentro la pigna, questo passaggio si può saltare e si può mettere la pigna in un vaso con della terra.

LEGGI ANCHE:  5 cose sui broccoli che forse non sapevi

Quattro. La pigna nel vaso

Si prende un vaso non troppo grande con della terra e ci si mette sopra la pigna: ad affondare nella terra dovrà essere solo la base, non la pigna intera.

Cinque. Annaffiare

Ogni giorno la pigna va annaffiata, seppure con moderazione. Troppa acqua infatti può far marcire tutto quanto.

Sei. Si aspetta che spuntino i germogli

Dopo qualche settimana, se tutto è andato per il verso giusto, la pigna caccerà fuori i suoi bravi germogli e dopo un po’ avrete il vostro bel pino casalingo.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...