Focaccia al vino bianco: un gusto speciale, una consistenza unica

focaccia al vino bianco un 3

La focaccia al vino bianco è un impasto incredibile: delicata, gustosa, soffice e aromatica farà la gioia di grandi e piccini. Sì, sì, avete capito bene: potranno assaporarla anche i bambini perché l’alcool in cottura evaporerà lasciando il posto solo al profumo intenso dell’elisir dell’uva.

La consistenza finale sarà quindi fragrante e friabile, ma allo stesso tempo morbida e gustosa.

Presentatela accompagnata da salumi e formaggi, come aperitivo per gli amici di sempre. Li incanterete con le vostre raffinate doti culinarie.

Servitevi di uno stampo rettangolare più piccolo se desiderate una resa alta, della leccarda per un risultato basso e croccante. Ora a voi sbizzarrirvi con la vostra creatività: prima di infornarla, potete arricchirla con pomodorini, olive, tonno, wurstel oppure lasciarla al naturale come abbiamo fatto noi.

Curiose di scoprire come procedere? Prendete appunti, noi iniziamo!

focaccia al vino bianco un 3

Focaccia al vino bianco: ingredienti e preparazione

Per questa focaccia al vino bianco procuratevi:

  • semola rimacinata di grano duro, 300 g
  • farina di tipo 00, 300 g
  • acqua, 200 ml
  • vino bianco secco, 100 ml
  • olio di semi, 100 ml
  • lievito di birra, 12 g
  • zucchero, 1 cucchiaino
  • sale, 2 cucchiaini
  • olio d’oliva, per infornare.

Ungete la teglia o la leccarda con un filo d’olio d’oliva.

Versate vino e acqua in un tegamino, accendete il gas e intiepidite, sbriciolate il lievito, unite lo zucchero e scioglieteli, mescolando continuamente.

Trasferitelo in una recipiente o nel robot da cucina. Inserite farina e semola setacciate, aggiungete un filo d’olio e aggiustate il sale. Impastate per 5 minuti circa fino ad ottenere un panetto uniforme ed elastico.

Sistematelo sulla leccarda, ricoprite con la pellicola e lasciate lievitare per 2 ore in un luogo asciutto, fresco e lontano da correnti d’aria.

Quando avrà raddoppiato il suo volume, stendetelo con le mani e lasciatelo lievitare ancora per un’ora.

Nel mentre, preriscaldate il forno a 200°.

Riprendete la leccarda, ungete leggermente la superficie della focaccia, aggiungete qualche fiocco di sale grosso e infornate.

Attendete che risulti ben dorata, ci vorrà una buona mezz’ora, ma il tempo varia a seconda delle performance del vostro elettrodomestico.

Sfornatela e lasciatela intiepidire prima di gustarla ancora calda o a temperatura ambiente, a seconda delle vostre preferenze.

Buon appetito!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...