Focaccia integrale con noci e rosmarino: Super appetitosa!

focaccia integrale con noci e AdobeStock 71467145

Focaccia integrale con noci e rosmarino: il secondo super appetitoso!

Focaccia integrale con noci e rosmarino. Il secondo che ti presentiamo oggi e una sfiziosa e buonissima focaccia integrale alle noci e rosmarino.

Si tratta di un piatto adattissimo al clima conviviale e rilassato di un sabato sera, per esempio, quando gli affanni della settimana sono alle spalle e si può tirare il fiato un pochino. Certo, non è velocissima da preparare (tutt’altro), ma il risultato vale la pena!

focaccia integrale con noci e AdobeStock 71467145

La cosa bella di una focaccia è anche che si può farcire a seconda dei gusti.

Ma veniamo finalmente alla ricetta.

Gli ingredienti

Per sei persone gli ingredienti e le quantità necessari sono quelli che seguono: 300 grammi di farina integrale; 400 grammi di farina di grano tenero; 140 grammi di semola di grano duro; 600 millilitri di acqua; 20 grammi di olio extravergine di oliva; 30 grammi di sale; una manciata di sale grosso;

6 grammi di lievito di birra (fresco); rosmarino tirtato quanto basta; 50 grammi di noci.

La preparazione

Si parte con lo sciogliere il lievito di birra in un pochino di acqua tiepida, poi si aggiungono un pizzichino di zucchero.

Dopodiché in una boule si versano le farine, che dovranno essere state setacciate.  Alla metà farine si aggiungono una parte dell’acqua, il lievito, l’olio, impastiamo e lasciamo riposare per 15 minuti, poi riprendiamo l’impasto aggiungiamo le restanti farine, l’acqua il sale, un po’ di rosmarino tritato e le noci macinate piuttosto fine. Dopodiché si impasta il tutto fino a ottenere un composto dalla consistenza abbastanza morbida. Quindi si copre la boule con un piatto e si lascia riposare per una mezzora.

LEGGI ANCHE:  Il primo dal sapore intenso: il risotto salsiccia e funghi

Dopo che ha riposato, l’impasto va ripiegato su se stesso per quattro volte, a intervalli di mezzora. Ogni volta occorrerà coprire la boule col piatto di cui sopra per evitare che la massa si secchi.

Per la piegatura si tira l’impasto dai quattro angoli e si ripiega a mo’ di portafoglio. Terminata la fase delle piegature, il composto va coperto di nuovo, stavolta con della pellicola alimentare, e lasciato in frigo a riposare per un giorno intero.

Passata la giornata (o la nottata, più probabilmente), si prende di nuovo l’impasto e si lascia fuori dal frigorifero per un minimo di quattro ore. Poi si rovescia la boule sopra una spianatoia facendo in modo che l’impasto si stacchi da solo senza bisogno di toccarlo.

Intanto avremo preso una teglia e l’avremo foderata con della carta forno, dopodiché ci versiamo l’impasto e lo cospargiamo con un filo d’olio e procediamo con le classiche ditate.

Aggiungiamo il sale grosso sulla superfice.

Quindi facciamo riposare ancora per una mezzora, infine aggiungiamo il sale grosso sulla superfice e poi mettiamo in forno statico preriscaldato a 220 gradi per un quarto d’ora. Per ottenere una bella doratura, sarà anche bene far andare il grill per altri cinque minuti.

Buon appetito!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...