Foodlab: intervista al fondatore Gianpaolo Ghilardotti

foodlab intervista al fondatore gianpaolo GIANPA1

Un sogno diventato realtà: ecco a voi Foodlab, azienda di origine parmense specializzata nella lavorazione e commercializzazione principalmente del salmone, proveniente dai freddi mari del Nord.

FoodlabFoodlab dall’esterno

Questo per garantirvi un’esperienza sensoriale e unica, data da una vera e propria esplosione di sapori.

Ma non perdiamo altro tempo, vi lascio direttamente all’intervista rivolta a Gianpaolo Ghilardotti, CEO e Amministratore Delegato di Foodlab.

Foodlab: le parole di Gianpaolo Ghilardotti

il fondatore

Fondatore di Foodlab, insieme ai suoi fratelli (soci dell’Azienda), ha realizzato  un’eccellenza gastronomica dall’animo “local”, legato alle sue origini e dal carattere “global”.

Signore e Signori, ecco a voi Gianpaolo Ghilardotti!

D. Foodlab, una realtà di origine parmense che unisce tre fratelli e la passione per la cucina. Qual è stata la scintilla che ha permesso di realizzare questo sogno?

R. Quella di Foodlab è una storia tutta italiana nata nel 2000, nel cuore della food valley parmense, quando tre fratelli – Gianpaolo, Francesco ed Elisabetta Ghilardotti – riescono a trasformare il loro amore per la cucina in un’azienda specializzata nell’importazione, lavorazione e commercializzazione in tutto il Paese di salmone affumicato, marinato e aromatizzato proveniente dai freddi mari del Nord e di altre tipologie di pesce.

Tre fratelli nati nel cuore di un territorio che è da sempre culla di eccellenze enogastronomiche e cresciuti con il culto del mangiare bene e sano coltivato fin da bambini nella fattoria dei nonni.

La scintilla? Una trasferta in Francia dove Gianpaolo (il maggiore dei tre) era approdato poco più che ragazzo nelle cucine dello chef pluristellato George Blanc per fare esperienza, inseguendo la sua vocazione ai fornelli. Fu lì che, per la prima volta, vide affumicare il salmone artigianalmente.

D. L’obiettivo è quello di preservare il gusto e le proprietà del salmone, attraverso un procedimento artigianale ed esclusivo, al fine di garantire al consumatore un’esperienza sensoriale. Si potrebbe rivelare il vostro segreto?

R. Selezioniamo all’origine i salmoni norvegesi e scozzesi cresciuti in strutture all’avanguardia dove vengono rispettate tutte le fasi del ciclo di vita naturale. In un percorso tutto al naturale questi salmoni atlantici arrivano freschi nei nostri stabilimenti e non vengono mai congelati né durante né in seguito alla lavorazione. Dai mari dell’Alaska, invece, importiamo salmone selvatico.

Ne ricaviamo diversi tagli e diversi formati capaci di esaltare le mille sfumature di sapore e di soddisfare tutte le esigenze. La lavorazione, mi preme sottolinearlo, è rigorosamente manuale durante tutti i passaggi fondamentali. Dalla filettatura alla salatura, fino al confezionamento. Ma il vero plus del salmone Foodlab è il suo lento e naturale processo di affumicatura: 2,5 ore a 30° C con pregiato legno di faggio.

I fumi sprigionati dalla combustione, senza fiamma viva, avvolgono il pesce per intero regalandogli il caratteristico aroma. In realtà l’affumicatura nel corso della nostra storia si è progressivamente ridotta diventando sempre più leggera. Da sempre puntiamo infatti a un’aromatizzazione delicata che sposa il gusto tipicamente italiano e che stempera le note aggressive tipiche del salmone lavorato nei Paesi del Nord.

D. All’inizio del 2021, a seguito di un’attività di “re-branding”, nasce una nuova linea di prodotti: Fumara. Di cosa si tratta?

R. Fumara è la nuova linea prodotti firmata Foodlab che racchiude in sé i segreti di una lunga esperienza imprenditoriale e i risvolti di un carattere al 100% gourmand. Fumära, in dialetto parmigiano, è la nebbia, elemento naturale che accompagna da sempre le nostre terre solcate dal Po. Una nebbia soffusa, un po’ misteriosa ma ricca di fascino, che avvolge i panorami con la sua dolce malinconia e che – metaforicamente – pare quasi mescolarsi agli aromi della morbida affumicatura di questa gamma di specialità che, oltre ai salmoni (affumicati, al naturale o aromatizzati) comprende un assortimento di cotti al vapore, di cui fanno parte anche pesce spada, tonno e merluzzo.

LEGGI ANCHE:  Torta alle arance caramellate: doppia ricetta, doppia golosità!

D. Il segno distintivo di Foodlab è la lavorazione artigianale del salmone e tra i vostri prodotti sono ricompresi anche pesce spada, tonno e merluzzo. Si estenderà anche ad altre tipologie di cibo?

R. In effetti stiamo allargando i nostri orizzonti. Sono in fase di studio quattro nuove referenze di salmone e alcune novità sui prodotti cotti al vapore. Inoltre, stiamo concentrandoci su un prodotto completamente nuovo per il nostro mercato. Non dico altro, è ancora presto per entrare nei dettagli.

D. Potrebbe illustrare ai nostri lettori una ricetta a base di pesce, semplice e gourmet?

R. Certo, provo a suggerire un antipasto fresco, semplice e molto gustoso: un crostone a base di salmone norvegese affumicato, avocado e caprino al sesamo.
Pochi ingredienti e tanto gusto, come potete vedere visitando il nostro sito, nell’apposita sezione dedicata alle ricette: https://www.fumara.it/ricetta/crostone-con-salmone-affumicato-fumara-avocado-e-caprino-al-sesamo/

Foodlabantipasto a base salmone norvegese affumicato, avocado e caprino al sesamo

D. Cibo e convivialità creano un binomio di allegria e benessere nonché accoglienza come una grande famiglia. Cosa ne pensa?

R. La cultura del cibo e il piacere dello stare a tavola sono fattori che noi italiani ci portiamo dentro, quasi geneticamente, da sempre. Ricordo ancora i miei esordi imprenditoriali quando, tornato dalla Francia, mi ingegnavo per costruire un forno artigianale nel giardino di casa. Affumicavo il salmone e invitavo amici e parenti ad assaggiarlo in degustazioni davvero molto conviviali. Queste prime sperimentazioni ebbero un successo quasi inatteso e mi incoraggiarono a proseguire.

Poi le cose sono andate avanti a ritmi esaltanti e la passione mia e dei miei fratelli si è fatta impresa. Insieme abbiamo fondato Foodlab, una realtà che oggi, con sede a Polesine Zibello (PR), impiega oltre 100 dipendenti ed è in grado di lavorare ogni anno oltre 2mila tonnellate di salmone (provenienti freschi dai freddi mari del Nord) e di altre tipologie di pesce. Ma il mio animo da chef continua a farsi sentire.

In Foodlab nulla è cambiato dagli esordi: ogni volta che un Fumara viene lavorato, affumicato, servito, è come se fosse destinato agli amici di sempre, nella cordialità del mio giardino di casa.

Siamo giunti alla conclusione. Ringrazio il Dott. Gianpaolo Ghilardotti per la sua disponibilità e il Dott. Francesco Pieri, Ufficio Stampa.

Foodlab: un piccolo gioiello gastronomico made in Italy che mantiene intatto il sapore e la consistenza del pesce fresco.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...