Frittelle di patate e speck: buone, semplici, sfiziose!

frittelle di patate e speck AdobeStock 66109195

Frittelle di patate e speck: buone, semplici, sfiziose!

Frittelle di patate e speck.

Oggi ti presentiamo un antipasto tanto buono quanto semplice da preparare, Si tratta di golosissime frittelle di patate arricchite con lo speck.

Il loro punto di forza, pressoché irresistibile, è il contrasto tra la crosticina bella croccante e il ripieno morbido, invitante e saporito. Insomma, siamo davanti a uno stuzzichino cui è difficilissimo resistere. Non proprio adattissimo a chi segue una dieta, d’accordo, ma chi l’ha detto che una volta ogni tanto non ci si possa concedere uno strappo alla regola?

frittelle di patate e speck AdobeStock 66109195

Ma veniamo alla ricetta.

Gli ingredienti

Per circa sei porzioni gli ingredienti e le quantità sono quelli che seguono: olio extravergine di oliva q.b.; 700 grammi di patate; sale quanto basta; 100 grammi di speck in una singola fetta; quanto basta di pepe macinato al momento; 60 grammi di parmigiano grattugiato; un uovo; 40 grammi di farina; quanto basta di olio di semi per friggere.

La preparazione

Si prendono le patate crude, sbucciate e grattugiate, e si impastano col parmigiano, lo speck sminuzzato piuttosto finemente, l’uovo, l’olio di semi e la farina. Dopodiché si aggiusta di sale e pepe a proprio gusto.

Adesso con un cucchiaio si dà forma a dei pezzi di impasto più o meno oblunghi che poi vanno fritti nell’olio bollente per circa quattro minuti. A metà cottura le frittelle vanno voltate per una perfetta doratura da tutte e due le parti.

Quando sono a puntino si tirano si su, si scolano dell’olio in eccesso e si passano sopra un piatto coperto con della carta assorbente, dopodiché si lasciano riposare per qualche minuto.

LEGGI ANCHE:  Il riso Venere: 3 ottime ricette super veloci col riso nero

Quando avete esaurito l’impasto, non rimane che adagiare le frittelle asciutte sopra a un piatto di portata e servirle in tavola.

Buon divertimento e buon appetito!

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...