Fugassa, la focaccia genovese fatta a regola d’arte, ma da voi!

fugassa la focaccia genovese fatta 1

La fugassa altro non è che l’insuperabile focaccia genovese. Occhieggia sui banconi delle migliori panetterie liguri, varia a seconda della provincia e, a volte, addirittura del comune, ma la base da cui partire è una sola!

In fondo, lo sapete bene, si tratta di una grande pagnotta rettangolare, spessa circa 2 cm e con piccoli fori sulla superficie, croccante esteriormente morbido interiormente. A fare la differenza sono l’acqua spruzzata abbondantemente sulla superficie e l’olio nell’impasto.

Solo questo? Sicure? Scopriamo insieme la ricetta originale per prepararla nelle nostre case buona quanto quella della Superba.

Iniziamo!

fugassa la focaccia genovese fatta 1

Fugassa: ingredienti e preparazione

Per questa ricetta procuratevi:

  • acqua, 240 ml
  • farina di tipo 00, 500 g
  • olio extravergine d’oliva, 2 cucchiai per l’impasto + 40 ml per spennellare
  • sale, 2 cucchiaini rasi
  • zucchero, 1 cucchiaino
  • lievito di birra, 1 bustina da 8 g
  • rosmarino, q.b. per guarnire

In una terrina mescolate il lievito con 50 g di acqua tiepida (30° max) e il cucchiaino di zucchero, lasciate fermentare per un quarto d’ora.

Nel mentre, in una ciotola versate farina e sale e amalgamate bene, unite ora il composto di acqua e lievito, l’olio (2 cucchiai) e l’acqua rimanente a filo, iniziando ad impastare con le fruste elettriche munite di gancio.

Fate assorbire bene i liquidi e proseguite a lavorare il composto per una decina di minuti. Ora copritelo con un canovaccio pulito e lasciatelo lievitare per 1 ora in un luogo caldo e asciutto.

Riprendetelo e sgonfiatelo, premendo con un pugno per far fuoriuscire il gas in eccesso. Stendetelo con le dita leggermente unte di olio su una placca rettangolare ricoperta di carta da forno. Conferitegli una forma rettangolare. Spolverate con qualche granello di sale grosso e lasciate lievitare ancora per 30 minuti.

LEGGI ANCHE:  La ricetta sfiziosa: la torta salata zucchine, ricotta ed emmenthal

Trascorso questo tempo, aggiungete un filo d’olio d’oliva e praticate dei piccoli buchi sulla superficie della focaccia usando i polpastrelli. Spolverate con un po’ di rosmarino e lasciate lievitare l’ultima volta per 30 minuti.

Nel mentre, preriscaldate il forno a 220°.

Quando l’impasto avrà raddoppiato ancora il suo volume, spruzzate un po’ d’acqua e infornatelo.

Cuocete per circa 15 minuti, non appena risulterà ben dorato in superficie, sfornate e lasciate intiepidire prima di gustare questo capolavoro della gastronomia italiana, famoso in tutto il mondo!

Buon appetito!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...