Gioielli in oro: 3 metodi per pulirli e renderli brillanti!

ecco 3 metodi per pulire AdobeStock 59224486

Gioielli in oro: 3 metodi per pulirli e renderli brillanti!

I vostri gioielli sono sporchi e necessitano di una pulizia profonda ed accurata? Ebbene per farli tornare all’antico splendore, potete utilizzare i tre metodi che vi spieghiamo nell’articolo di oggi. Sono a base di bicarbonato di sodio. Pochi piccoli gesti serviranno per far tornare i vostri gioielli d’oro di nuovo splendenti come un tempo.

ecco 3 metodi per pulire AdobeStock 59224486

Gioielli in oro: 3 metodi per pulirli e renderli brillanti!

1 metodo di pulizia: bicarbonato di sodio e aceto

Il primo metodo è basato sulla fusione di due elementi il bicarbonato di sodio è l’aceto. Si tratta di un rimedio per pulire i vostri gioielli completamente naturale e amico dell’ambiente che vi circonda, quindi non disperderete nulla di dannoso. E’ necessario procurarsi una ciotolina, nella quale metterete tre parti di bicarbonato e una di acqua. Girate il tutto e  otterrete una crema densa che a paragone  assomiglia a quella del dentifricio.

Questo metodo non va utilizzato se i gioielli contengono pietre preziose o perle, perché potrebbero essere danneggiate dall’aceto. Con un batuffolo di cotone prendere una piccolissima parte di questa crema e passatela sulla superficie del gioiello da trattare.  Successivamente mette i vostri monili in un contenitore di plastica. Una volta finito di passare la pasta su tutti i vostri gioielli da pulire, versate dell’ aceto bianco distillato e attendete 5 minuti. Finito questo tempo sciacquate abbondantemente i gioielli con l’acqua corrente,  dopodiché asciugateli delicatamente. Potete ripetere altre volte questo procedimento fino ad ottenere la lucentezza e la pulizia accurata che desiderate. L’ultimo passaggio è quello di passare un panno morbido.

2 metodo di pulizia: bicarbonato di sodio e detersivo per i piatti

Il secondo metodo di pulizia prevede un mix tra il bicarbonato di sodio e il detersivo per i piatti. In questo caso potete anche pulire i diamanti, in quanto il composto non contiene nulla che possa danneggiarli. Non è consentito pulire le perle.

LEGGI ANCHE:  Costumi da bagno: lavateli così per non scolorirli.

In una ciotola mescolate 250 ml di acqua calda un cucchiaino di detersivo per i piatti e uno di bicarbonato. Girate bene tutto quanto fino a quando gli ingredienti non si saranno amalgamati per bene e vedrete che il bicarbonato si sia sciolto completamente. Ora potete immergere in questa soluzione i vostri gioielli lasciandoli una mezz’oretta. Fate attenzione che siano completamente sott’acqua.

Prendete poi, dopo il tempo trascorso, uno spazzolino da denti nuovo con setole morbide per strofinare i gioielli delicatamente. Serve per rimuovere lo sporco residuo. Ora potete sciacquare i gioielli sotto l’acqua corrente e passarli con un panno morbido per asciugarli e lucidarli.

3 metodo di pulizia: bicarbonato di sodio e acqua bollente

Il terzo metodo che potete utilizzare è quello  di sfruttare la reazione chimica che si scatena mischiando l’acqua bollente con il bicarbonato di sodio. Procuratevi anche della carta stagnola. Anche con questo metodo non è possibile pulire gioielli che contengono perle o pietre preziose perché potrebbero essere danneggiati.

Prendete una ciotola in vetro e foderate l’interno con la carta stagnola facendo attenzione che la parte lucida sia rivolta verso l’alto. Adagiate sul fondo i gioielli e ricopriteli con il bicarbonato di sodio. Ora scaldate circa mezzo litro d’acqua sul fuoco (deve bollire) e versatela nella ciotola lasciandola agire per circa 5 minuti.

Essendo l’acqua bollente, passato questo tempo, con l’aiuto di 2 pinze e potete togliere i gioielli dalla ciotola sciacquandoli successivamente sotto l’acqua fredda. Una volta eliminato tutto il bicarbonato in eccesso e la schiuma che si è formata, potete tamponarli  delicatamente con un panno morbido e asciugarli.

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...