Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Grande Fratello Vip: Salvo si scusa per le frasi che hanno portato alla sua squalifica.

Pubblicità

Continuano a far discutere le frasi di Salvo Veneziano al “Grande Fratello Vip” nei confronti di Elisa Di Panicis e di Paola Di Benedetto.

Frasi sessiste e volgari, che avrebbero voluto essere un apprezzamento alle due ragazze, ma hanno portato alla squalifica del concorrente (e successivamente a un Tapiro da “Striscia la Notizia”). Motivazione? Ha violato lo spirito del programma.

Il conduttore, Alfonso Signorini, nella serata di ieri, mercoledì 15 gennaio, ha iniziato la terza puntata del reality dando alla possibilità a Salvo di scusarsi.

Pubblicità

Quest’ultimo è rientrato nella Casa, rimanendo nella glass-room (stanza di ghiaccio), in collegamento con gli altri. Ha dichiarato che, con le sue parole “colorite”, pensava di “fare il simpatico”, di far ridere gli altri tre ex gieffini che erano con lui. Infatti Sergio Volpini, Pasquale Laricchia e Patrick Ray Pugliese hanno riso, rischiando di essere squalificati anche loro!

Salvo ha continuato dicendo che non intendeva offendere nessuno; di essere lì per chiedere scusa ai telespettatori, “a tutto il genere femminile perché io sono uno che combatte la violenza in ogni maniera”. Ha chiesto scusa in particolare ad Elisa De Panicis, ma ha ribadito che stava scherzando dicendo quello che ha detto.

A questo punto è intervenuto Signorini, il quale ha sottolineato che la donna “è vittima troppo spesso di luoghi comuni orribili, di pregiudizi schifosi, ottusi e maschilisti. Non si può più tollerare che nel 2020 si sentano ancora schifezze del genere anche al Grande Fratello”. Allora Salvo ha spiegato di non essersi reso conto di essere ripreso 24 ore su 24 dalle telecamere.

Ribadendo le proprie scuse, ha sottolineato di aver “creato diversi problemi anche alla mia famiglia” – la moglie Giusy ha dovuto scusarsi sui social e andando ad alcune trasmissioni televisive – e ai miei figli, soprattutto a mia figlia e questo mi addolora molto”.

Di Paola Di Benedetto, per esempio, aveva detto: “Potrebbe essermi figlia, ma non lo è” e giù con un altro “apprezzamento” irripetibile!

Elisa De Panicis era sconvolta: quasi piangeva. Ha ricordato a Salvo che, quando era entrato nella Casa, aveva fatto un bellissimo discorso sulla fedeltà (sta con Giusy da più di 20 anni); aveva parlato del rispetto della propria donna. Poi, però, ha praticamente rovinato tutto con le altre sue esternazioni.

Pubblicità

Elisa ha fatto presente che suo padre ha 70 anni e non deve certo avergli fatto piacere sentir dire certe cose sulla figlia (del padre aveva parlato anche ad Antonella Elia, quando la showgirl l’ha definita “pornostar” per la sua sensualità).

Alfonso Signorini ha suggerito ai “ragazzi” che hanno riso delle esternazioni di Salvo di recarsi in un centro anti-violenza per sentire le donne che l’hanno subita, ma Pasquale si è difeso vigorosamente, dicendo di non averne bisogno. Ha affermato di aver detto più volte a Veneziano di piantarla dire quelle cose, ma che non avrebbe certo potuto “prenderlo a ceffoni”.

A quel punto Signorini ha cercato di calmare gli animi dicendo ai tre che non erano ad un processo; ma ha suggerito loro di riflettere sulla sua proposta.

E’ intervenuto l’opinionista Pupo, dicendo che solitamente non ama commentare questi “argomenti perché sono ricchi di ipocrisia”; ma ha sostenuto che la stessa “ipocrisia”, ci sia “nella gogna che stiamo mettendo addosso a questi quattro ragazzi. Per me – ha aggiunto – è un problema di ignoranza non di cattiveria, anche le loro scuse sono da poveri ignoranti”.

Tuttavia il dibattito è continuato. Salvo ha ribadito che il suo avrebbe voluto essere un commento di ammirazione per le due ragazze, ma la scrittrice Barbara Alberti ha ribattuto: “Quella non è ammirazione ma aggressività pura. E’il preludio allo stupro, è una specie di stupro verbale … Stiamo pagando molto cara la nostra emancipazione”.


Potrebbe interessarti anche...