GYMonline: intervista esclusiva al fondatore David Centioni!

gymonline intervista esclusiva al fondatore DAVIDC1

Signore e Signori, ecco un’idea diventata realtà: GYMonline che è una palestra virtuale, organizzata da insegnanti e professionisti di alto livello per garantirvi una bella esperienza, proprio come se foste in una palestra vera e propria.

A causa della pandemia, tuttora in corso, il settore del fitness (e non solo) ha subito brusche frenate e rallentamenti, costringendoci, di conseguenza, a cambiare le nostre abitudini e adeguarci.

GYMonline nasce proprio per questo: non farvi perdere la continuità e il piacere, mantenendo in allenamento il benessere psico-fisico e costituendo un punto di riferimento e aggregazione sociale.

Ma, tempo al tempo, vi spiegherà tutto nei dettagli David Centioni, fondatore e General Manager di GYMonline.

Le parole di David Centioni

Come si diceva poc’anzi, è l’ideatore e General Manager di GYMonline nonché un grande sportivo e atleta con un’elevata competenza nel settore calcistico e nel management sportivo.

GYMonlineDavid Centioni

Vi lascio all’intervista e ricordate che “In casa. Insieme. In diretta”, il fitness vi aspetta!

D. GYMonline non è solo una palestra virtuale. In un momento storico come questo, è anche uno stimolo alla vitalità, capace di risvegliarci dai torpori di un’inerzia forzata a causa del Covid. Com’è stata accolta questa idea?

R. La pandemia ha stravolto il mondo. Oltre a terribili e devastanti conseguenze di tipo medico-sanitario, il virus ha comportato una vera e propria rivoluzione delle nostre abitudini, obbligando tutti noi a trovare nuovi equilibri in famiglia, sul lavoro e nei rapporti sociali. Per giusti motivi precauzionali ci siamo ritrovati a dovere fare i conti con una serie di limitazioni. Ristoranti chiusi. Cinema, musei e teatri inaccessibili.
Negozi e luoghi pubblici serrati. Locali e punti di ritrovo off-limits. In tutto questo la tecnologia ci ha dato una mano dandoci la possibilità di interagire e di mantenere comunque attivi i contatti con gli altri.
L’idea di una palestra virtuale, capace di ricreare l’empatia delle sessioni dal vivo, è stata subito accolta con entusiasmo da chi già in tempi pre-Covid, per tenersi in forma, frequentava abitualmente luoghi di fitness. Ma ha pian piano conquistato anche tante persone che non erano mai nemmeno entrate in una palestra reale.

D. La start-up prevede diversi corsi e un entourage di insegnanti. Potrebbe illustrare ai nostri lettori come funziona?

R. Partiamo da un dato: il fitness in Italia è un’attività sportiva molto amata che conta oltre 5 milioni di praticanti. Si fa fitness per svariati motivi: per tenersi in forma, per migliorare il proprio aspetto fisico, per scopi terapeutici, per scaricare lo stress o anche solo per svago. D’altro canto, esistono anche alcuni obiettivi fattori frenanti, come ad esempio (tanto per citare i più comuni) la mancanza di tempo, un po’ di pigrizia o la carenza di impianti comodi e vicini. A partire da marzo 2020, con l’arrivo della pandemia, l’accesso alle palestre è stato, per motivi di sicurezza, prima limitato e poi del tutto vietato.
È in questo scenario che nasce GYMonline. Una palestra virtuale accessibile da tutti sia attraverso una app disponibile per Ios e Android sia per mezzo di un sito dedicato, gymonline.it, che eroga un palinsesto completo di lezioni di fitness in diretta live. Stretch, Pilates, Tone, Funzionale: quattro i percorsi proposti in tante e comode fasce orarie oltre a una serie di workout speciali di booty e flex-band con gli elastici. Collegarsi è semplice, semplicissimo, basta davvero un click. Chi si registra ottiene subito 14 giorni di prova gratuita senza alcun impegno e poi è libero di abbonarsi ad un costo veramente accessibile a tutti. Solo 14 euro per il primo mese. Su GYMonline si trovano molti istruttori professionisti che in diretta, come accade normalmente in palestra, interagiscono live dimostrando gli esercizi e correggendo i movimenti ai partecipanti in tempo reale.

D. La pandemia ha scosso le nostre vite, sotto molteplici aspetti, mettendo in discussione le nostre certezze e abitudini. Tra queste ultime, per molte persone, rientrava la palestra. Al contempo, c’è stato un aumento esponenziale della digitalizzazione, per scopi ludici o lavorativi. Qualora si tornasse alla “normalità”, cosa succederà al settore del fitness?

R. I più recenti studi ci dicono che il 54% delle persone è convinto che al termine della pandemia il mondo non sarà più uguale a prima. Il lockdown ci ha insegnato a rivedere le nostre abitudini di vita ma ha anche stimolato in tutti noi un miglior rapporto individuale con la tecnologia e una sorta di ‘nuova empatia’ con la digitalizzazione: è il cosiddetto fenomeno del Tech-love. Sarà il tempo a rispondere, ma credo che in molti ambiti assisteremo a un nuovo equilibrio fra il reale e il virtuale. Penso ad esempio all’insegnamento dove è prevedibile un sistema integrato di erogazione delle lezioni in presenza o da remoto.
Certo, la palestra tradizionale tornerà a essere, un importante centro di socializzazione, un punto di ritrovo oltre che un luogo dove seguire percorsi per il benessere della propria forma fisica, ma il fitness on line non solo continuerà a esistere, ma sarà di certo un complemento dell’offerta commerciale delle palestre tradizionali al fine proprio della fidelizzazione della clientela, sia per il risparmio di tempo connesso alle modalità di fruizione dei corsi, sia per la facilità di accesso anche per chi, magari abitando in piccoli centri, non ha a disposizione una palestra fisica così vicina.

LEGGI ANCHE:  7 trucchi efficaci per addormentarsi in pochi minuti e senza problemi

D. GYMonline è potenzialmente la palestra più grande d’Italia ma potrebbe ambire a diventare una realtà europea. Qual è il prossimo traguardo?

R. Al momento puntiamo a consolidare la nostra base di clientela su scala nazionale. Unendo professionalità e passione, sappiamo di poter offrire un servizio – utile, salutare e al contempo divertente – a un pubblico potenzialmente illimitato. Stiamo intensificando i nostri percorsi di fitness aprendo anche al canale del welfare aziendale. Abbiamo avuto anche clienti che ci hanno seguito dall’estero e altri che si sono collegati stando in vacanza (questo è un altro vantaggio della palestra on line), ma lo sbarco all’estero per ora non è nelle nostre priorità.

D. “ALL YOU CAN GYM”, un motto inclusivo e ottimistico, soprattutto per chi è alle prime armi. Cosa direbbe a un potenziale fruitore per convincerlo e stimolarlo a provare GYMonline?

R. Sì, è il nostro motto, bello che suoni inclusivo e ottimistico. Io dico a tutti di provare, di fare un tentativo e di rendersi conto di ciò offriamo. Proponiamo corsi davvero ben strutturati tenuti da istruttori molto preparati. La formula ALL YOU CAN GYM ti dà l’opportunità di allenarti quante volte vuoi. L’unico limite sei tu stesso, anche perché, oltre alle lezioni live diamo accesso a un panel di centinaia di lezioni registrate da poter rivedere quando vuoi tu da casa, dall’ufficio durante la pausa pranzo o da dovunque ci si trovi, al limite, come dicevo prima, anche nel pieno di una vacanza. Il tutto a costi davvero accessibili. Dopo un lungo periodo di forzata inattività questa può essere davvero una modalità nuova per fare e per vivere il fitness. In casa, insieme a noi e in diretta.

D. Concludo con una citazione di Buddha: “Ci sono solo due errori che si possono fare nel cammino verso il vero: non andare fino in fondo e non iniziare”. È una frase applicabile ad ogni aspetto della vita ma più che mai all’esercizio fisico che implica costanza, disciplina e valori ben saldi (come nello sport, in generale). Lei cosa ne pensa?

R. Il Buddhismo è una delle religioni più antiche e più diffuse al mondo e da sempre Buddha è rappresentato come un essere umano dotato di profonda saggezza. Qualsiasi cammino va affrontato con l’intento di arrivare fino in fondo, altrimenti meglio sarebbe non intraprenderlo nemmeno. Ma il fondo può non essere uguale per tutti. I traguardi di uno sportivo professionista sono per forza di cose diversi da quelli di un dilettante o di un amatore. Il bello dello sport, e quindi anche del fitness, è proprio quello di poter essere vissuto da tutti secondo le proprie attitudini. Nel fare attività sportiva, qualsiasi essa sia, costanza, disciplina e valori non sono freni ma stimoli che permettono di centrare i propri obiettivi ma anche, perché no?, di trovare l’equilibrio fra un giusto appagamento un sano divertimento.

Si conclude qui l’intervista, ringrazio il Dott. David Centioni per la sua disponibilità e il Dott. Francesco Pieri che cura l’Ufficio Stampa.

GYMonline è davvero la svolta: costi minimi e ovunque si voglia per sentirsi bene nel corpo e nello spirito perché d’altronde, si sa, “mens sana in corpore sano”. Provare per credere!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...