Idratazione: 5 consigli per rimanere idratati, in estate e non solo!

L’idratazione è molto importante, qualsiasi sia la stagione.

Indubbiamente dobbiamo fare più attenzione in estate, periodo in cui sudiamo maggiormente.

L’importanza dell’idratazione

Il 60% del nostro corpo è costituito di acqua. Quando siamo disidratati non avvertiamo solo la sete ma ne risentono anche la pelle, i muscoli, i legamenti e le articolazioni ed anche i reni. In generale ne risente la salute, il nostro umore ed anche il peso. L’intestino e gli organi interessati della digestione.

Ogni persona sente una esigenza di idratazione diversa, in base allo stato generale di salute e dalle attività che svolge, pertanto ognuno ha il proprio fabbisogno personale. Generalmente, al giorno si assumono l’80% di acqua dalle bevande e il restante 20% dagli alimenti.

idratazione

Essere sempre idratati: 5 consigli

1. Essere consapevole di quanta idratazione si hai bisogno giornalmente.

La regola generale è di consumare acqua corrispondente alla metà del proprio peso corporeo. L’ambito medico afferma che le donne dovrebbero bere almeno 12 bicchieri circa al giorno, di cui 9 da bevande anche diverse dall’acqua. La restante percentuale andrebbe assunta con il cibo. Per l’uomo è lo stesso discorso, dovrebbero bere almeno 16 bicchieri di acqua al giorno, di cui 13 circa da altre bevande.

2. Assumere acqua attraverso il cibo.

Parliamo di frutta e verdura. Alcuni cibi con alto contenuto di acqua sono: cetrioli e lattuga iceberg (97% circa), pomodori, zucchine e sedano (94/95%). Peperoni (92%), quelli verdi ne contengono un pizzico di più (94%). Anguria e fragole (92%), pompelmo e melone (90/91%). Ma non solo questi alimenti. Va bene assumere liquido anche attraverso frullati e ghiaccioli oppure stufati e zuppe.

E ancora:

3. Evitare l’affaticamento fisico se fa molto caldo.

In genere fa più caldo da mezzogiorno alle 16,00. Bisognerebbe evitare esercizio fisico in queste ore, per non aumentare la normale disidratazione. Se proprio non si riesce a farne a meno, si dovrebbe portare con noi una bevanda elettrolitica o contenente molti sali minerali, oppure semplice acqua di cocco (contiene molti minerali come magnesio e potassio). evitando chiaramente le classiche bevande commerciali piene di zuccheri e coloranti artificiali.

idratazione

4. Non limitare o eliminare il sodio.

Parliamo del sale, utilissimo per regolare l’equilibrio idrico del nostro corpo. Ognuno di noi ne ha bisogno, certo, in quantità personalizzate.

5. Assumere varianti all’acqua, in modo da beneficiare anche di altri importanti elementi utili al benessere generale dell’organismo.

Questo significa mangiare più frutta e verdura fresca, bere tisane ed infusi a base di erbe prive di caffeina. Oppure acqua aromatizzata con la frutta o la verdura (ottimi i classici centrifugati/smoothies) preferita ma anche succo di frutta compresa la polpa, possibilmente fatti in casa. Vanno anche bene quelli commerciali ma in piccole quantità. E ancora frullati e granite o acqua di cocco. Facendo sempre attenzione a non usare le acque aromatizzate commerciali, perché nella maggior parte dei casi aggiungono aromi, zuccheri e altro. Anche il classico caffè freddo o ghiacciato va bene oppure è ottimo il Kefir d’acqua o il Kombucha (il tè dolcificato e fermentato).

*Le immagini presenti in questo articolo sono tratte da risorse gratuite del web. 

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!