Il classico genovese rivisitato: prova le linguine al pesto fai da te

Il classico genovese rivisitato: prova le linguine al pesto fai da te.

Se sei di Genova, leggendo il titolo avrai fatto un salto sulla sedia: “Linguine? Ma va’ là…”. Eh sì, perché la ricetta classica ligure è quella con le trenette.

 

Ma siccome le ricette di cucina non sono scolpite sulla pietra, non c’è nulla di male a provarle con delle varianti. Diciamo che in Liguria la pasta d’ordinanza, col pesto, sono le trenette, mentre nel resto d’Italia possono anche essere le linguine.

Chiaro però che per i puristi non è solo una questione terminologica. A prima vista i due formati possono sembrare uguali, infatti, ma non lo sono, perché le trenette hanno sezione ovale, mentre le linguine sono più “piatte”.

Il classico genovese rivisitato: prova le linguine al pesto fai da te

Ma veniamo alla nostra ricetta.

Gli ingredienti

Ti servono: 300 grammi di linguine (o trenette, fai te); 50 grammi di basilico; mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva; 60 grammi di parmigiano reggiano; due cucchiai di pecorino sardo; due spicchi d’aglio; un cucchiaio di pinoli; qualche grano di sale grosso.

La preparazione:

La tradizione vuole che per il pesto si adoperino un mortaio in marmo e un pestello di legno. Se non hai il mortaio, si può usare il mixer di cucina, ma la consistenza del pesto non sarà la stessa.

Si lava il basilico e lo si asciuga per bene. Intanto che il basilico si asciuga, nel mortaio pesti aglio e sale grosso. Quando questi prendono la consistenza di una crema, aggiungi una manciata di pinoli.

Il sale impedirà alle foglie di basilico di ossidarsi, dando un colore verde brillante al tuo pesto. Il passo successivo è aggiungere il basilico, poche foglie alla volta: si deve pestare con un movimento delicato e rotatorio contro le pareti del mortaio. La ricetta classica richiede uno spicchio d’aglio ogni 30 foglie di basilico.

Dopo il basilico ci va il formaggio, ovvero parmigiano e pecorino stagionati e grattugiati. l’ultimo ingrediente è l’olio extravergine di oliva (possibilmente ligure), aggiunto a filo poco alla volta.

Ora è il momento di scolare le linguine. È buona norma mettere da parte una tazza di acqua di cottura, in caso il pesto fosse troppo corposo. Condisci le linguine col tuo pesto, mantechi per benino e poi servi in tavola con qualche fogliolina di basilico fresco a guarnizione.

Buon appetito!!

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!