Il latte della mamma rende più intelligenti? Ecco cosa ci rivela uno studio.

Secondo uno studio pubblicato su Lancet ci sarebbe una correlazione tra i punteggi più alti nella valutazione del quoziente di intelligenza (IQ) e l’allattamento al seno: nel senso che i bambini allattati al seno tenderebbero a diventare adulti più intelligenti e anche, per conseguenza, più ricchi.

Il latte della mamma rende più intelligenti? Ecco cosa ci rivela uno studio.

Lo studio è consistito nel tenere sotto monitoraggio per trent’anni tremila e 500 bambini nati nel 1982 nella città brasiliana di Pelotas.

Quanto hanno raggiunto i trent’anni questi bambini ormai diventati adulti sono stati sottoposti a un test dell’intelligenza e anche interrogati circa il loro titolo di studio e il reddito.

Per ognuno di loro i ricercatori erano già in possesso dei dati relativi a come erano stati alimentati da piccoli, in particolare se erano stati allattati artificialmente oppure col latte materno e anche quanto a lungo lo erano stati.

Analizzando i dati raccolti, secondo i ricercatori sarebbe emersa una correlazione tra la durata dell’allattamento al seno e l’intelligenza dei bambini.

In particolare i bambini allattati per almeno un anno avrebbero guadagnato quattro punti di IQ nei test di intelligenza e ottenuto in media un reddito più alto di cento euro al mese (341 real brasiliani) rispetto ai bambini non allattati al seno o allattati per un minor tempo.

Tutto questo sarebbe valido, dicono i ricercatori, anche confrontando il reddito delle famiglie al momento della nascita, il titolo di studio dei genitori, le abitudini della mamma durante la gravidanza.

Secondo uno degli studiosi che hanno condotto lo studio, il dottor Bernardo Lessa Horta, il vantaggio offerto dal latte materno risiederebbe nella presenza di sostanze come gli acidi grassi DHA, che svolgerebbero un ruolo chiave nello sviluppo del cervello.

LEGGI ANCHE:  Farine dannose: trovato glifosato in alcune marche analizzate. Ecco la lista

L’Oms, Organizzazione mondiale della sanità, nelle sue linee guida più recenti raccomanda l’allattamento al seno per almeno mesi e se possibile anche più a lungo.

Secondo la Oms l’allattamento al seno darebbe al bambino una maggiore resistenza alle infezioni, ma sul fatto che esisterebbe una correlazione tra latte materno e intelligenza non c’è un consenso unanime nella comunità scientifica.

Anche perché si pone il solito problema di causalità: intelligenti perché allattati al seno o allattati al seno perché di famiglia ricca?

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...