Il panforte di Siena sostanzioso e natalizio, buono anche fuori stagione

Il panforte di Siena sostanzioso e natalizio, buono anche fuori stagione.

D’accordo, siamo in agosto e il dolce che stiamo per presentarti è decisamente fuori stagione. Ma abbi pazienza, è così buono che non abbiamo resistito alla tentazione. Solo un’avvertenza, ma doverosa: è un dolce molto “sostanzioso” e calorico, quindi occhio a non esagerare con le porzioni.

Il panforte di Siena è un magnifico dolce della tradizione toscana. Le sue origini affondano nel medioevo, all’alba del Duecento. Pare che si debba alle abili mani di una monaca di nome Berta.

Questa suora pare che a un certo punto si sia stancata del solito panpepato e abbia voluto provarne una versione più ricca, anche perché si era in tempo di assedio e si trattava di dare un minimo di conforto ai suoi concittadini senesi.

Il dolce che venne fuori dai suoi esperimenti è un vero e proprio classico.

Qui sotto te ne offriamo la ricetta.

Il panforte di Siena sostanzioso e natalizio, buono anche fuori stagione

Gli ingredienti

Gli ingredienti sono questi: 180 grammi di zucchero a velo; 130 grammi di miele; 80 grammi di farina doppio zero; 160 grammi di nocciole; 200 grammi di mandorle; 150 grammi di frutta candita; 130 grammi di fichi secchi; un cucchiaino di cannella; un cucchiaino di coriandolo; 80 grammi di cacao in polvere; tre cucchiai di zucchero; un foglio di ostia.

La preparazione

Per il tuo panforte fatto in casa la prima cosa è pensare alla frutta secca.

Mandorle, nocciole, fichi e frutta candita vanno macinati un po’ alla grossa col coltello, dopodiché la frutta secca va mischiata in una ciotola con le polveri (farina, cacao, coriandolo e cannella). Amalgama ben bene.

LEGGI ANCHE:  Riciclo buste di plastica: 38 idee utili e creative per poterle riciclare

A parte, in un pentolino, cuoci miele e zucchero, a fiamma media, e ne ottieni uno sciroppo che poi versi sopra la frutta secca e le polveri di cui sopra. Ancora una volta, amalgama ben bene, servendoti di un cucchiaio.

A questo punto prendi uno stampo di circa 25 centimetri di diametro e lo tappezzi con un foglio di ostia alimentare, premendo bene con le dita. Dopodiché su questa base versi il composto che hai preparato poco fa, compattandolo sul fondo col dorso di un cucchiaio o solo con le mani, che avrai inumidito in precedenza.

Fatta questa operazione, spolveri il tutto con un paio di cucchiaiate di zucchero e farina.

Ora non ti rimane che infornare il tutto a 150 gradi per tre quarti d’ora, in forno preriscaldato. Quando è pronto, il tocco finale e imprescindibile è una bella spolverata con dello zucchero a velo.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...