Imparare ad ignorare le offese è segno di intelligenza e forza emotiva. Lo dice questo studio

Ignorare con intelligenza ci consente di ottenere salute mentale ed equilibrio. Per raggiungere questo obiettivo dobbiamo imparare a prendere decisioni migliori giorno per giorno.

Una persona saggia non è colui che accumula molte conoscenze ed esperienze. Ma piuttosto chi sa come usare efficacemente ogni cosa appresa e sa anche ignorare con intelligenza tutto ciò che non è utile, che non ti permette di crescere per avanzare come persona.

La saggezza sa anche come differenziare la zavorra da ciò che ti offre energia. Perché la vita è, dopo tutto, risparmiare denaro ed essere chiari su ciò che è importante.

Ora, sembra che molti di noi non applichino questa semplice regola. Secondo uno studio condotto dal Dr. Daniel Gilber della Harvard University, le persone hanno una straordinaria capacità di focalizzare l’attenzione sulle cose “che non stanno accadendo”. Ci preoccupiamo di aspetti che non sono importanti, minando la nostra capacità di essere felici nel “qui e ora”.

L’arte di conoscere e ignorare con intelligenza non è facile da applicare nella nostra giornata. Soprattutto, è dovuto al fatto che ignorare in molti casi suppone di allontanarsi da certe situazioni e anche dalle persone. Siamo di fronte ad un atto di autentico coraggio, che deve essere preceduto da un tipo di discriminazione meditata. Ti invitiamo a riflettere su di esso.

La prima regola della vita ci dice che la persona saggia è colei che sa essere felice e che è capace di eliminare tutto ciò che lo ferisce o che non è utile alla sua esistenza.

Ignorare con intelligenza è imparare a dare la priorità

Essere felici è per molti un’arte in cui in un dato momento impari a scegliere, prendere decisioni. Inoltre, opere interessanti come lo studio condotto presso l’Università di Psicologia di Oviedo dallo psicologo Ignacio Madera, spiegano che questo processo cognitivo è la chiave per il benessere e l’equilibrio personale.

Per questo, è necessario acquisire una prospettiva non solo più positiva delle cose, ma anche più realistica, in cui la conoscenza di sé e l’ autostima saranno sempre fondamentali.

Come imparare a stabilire le priorità

Per imparare a stabilire le priorità è necessario dare a tutto ciò che ci circonda il suo valore autentico.

Per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo affrontare queste situazioni.

  • Se è difficile per noi scegliere tra ciò che è importante e ciò che non lo è, è perché abbiamo un conflitto interno tra le cose che vogliamo e quelle che conosciamo che ci si addice. Inoltre, abbiamo paura di “sembrare cattivi”, “ferire” o anche di agire in modo diverso rispetto a quelli che altri si aspettano se osiamo rompere i legami.
  • Più alto è il livello di stress e ansia, più ci costerà stabilire le priorità. Quindi, rifletti su quali situazioni e quali persone hanno un valore reale per te nei momenti di calma personale, quando ti senti più concentrato e rilassato.
  • Pensa a ciò che è importante per te e non agli altri. Non aver paura delle critiche degli altri o di cosa potrebbero pensare a causa delle decisioni che intendi prendere.
  • Comprendi che dare la priorità non è solo ignorare con intelligenza ciò che ci ferisce. È soprattutto riorganizzare la nostra vita per trovare i nostri spazi per essere felici.
LEGGI ANCHE:  5 comportamenti da cui si riconosce una persona attraente

Anche ignorare le persone è salutare

Secondo un interessante lavoro pubblicato sulla rivista Livesciencie,  le relazioni personali che ci causano stress o sofferenza influenzano la nostra salute mentale. Sperimentiamo un aumento del sangue nel cortisolo e nella pressione sanguigna, fino al punto di rischiare gravi problemi cardiaci. Non ne vale la pena

Impara a ignorare quelli che non contribuiscono alla nostra vita positivamente

Ignorare con intelligenza è un’arte che può essere eseguita con eleganza e senza raggiungere estremi inutili. Per fare questo, tieni a mente questi punti su cui riflettere.

  • Non preoccuparti di ciò che non puoi cambiare. Accetta, ad esempio, che il parente continuerà ad avere quell’atteggiamento chiuso, che il tuo collega sarà altrettanto invadente. Smetti di accumulare emozioni negative come rabbia o frustrazione e accettale come sono.
  • Ignora le critiche degli altri aumentando la tua fiducia. È molto probabile che nel momento in cui decidi di mettere le distanze da coloro che non accettano la tua vita e le tue scelte, appaiono i rimproveri. Comprendi che la critica non ti definisce, non sei tu. Rafforza la tua autostima e assapora ogni passo che fai lontano da chi ti fa del male. È un trionfo personale.
  • Quando l’aiuto è un atto interessato: è importante imparare a discriminare gli atti di presunto altruismo. C’è chi ripete che “Io faccio tutto per te, per me tu sei la cosa più importante”, quando in realtà l’equilibrio di quella relazione tende sempre verso un lato che non è tuo. Non c’è mai equilibrio.
  • Nella vita, vale la pena avere poche “persone” buone e non accumulare “persone” .

Per concludere, un modo per ottenere benessere e tranquillità è imparare a prendere decisioni più coraggiose e in armonia con i propri bisogniMettiamolo in pratica.

L’arte di essere saggi è capire quali sono i legami che è meglio smettere di nutrirsi senza avere alcun peso di coscienza per dire “no” a qualcuno che non si è mai preso la briga di dire “sì” a noi.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...