In coma dopo aver salvato il figlioletto: si risveglia dopo 27 anni.

Nel 1991, Munira Abdulla, una donna di 32 anni proveniente dagli Emirati Arabi Uniti, è entrata in coma dopo essere stata coinvolta in un incidente stradale quando andò a prendere da scuola suo figlio Omar di 4 anni.

“Mia madre era seduta con me nel retro dell’auto. Quando ha visto arrivare l’autobus, mi ha abbracciato per proteggermi”, ricorda Omar, che ora ha 31 anni.

Dopo la collisione la donna svenne, mentre il bambino non riportò ferite gravi. È iniziato un incubo per questa famiglia che ha avuto un lieto fine quasi tre decenni dopo.

“All’epoca non c’erano telefoni cellulari e non potevamo chiamare un’ambulanza per chiedere aiuto(…) Restammo lì, per ore” disse Omar.

La donna fu trasferita a Londra dove stabilirono che lei era in uno stato minimo di coscienza e fu rimandata nel suo paese. Per più di due decenni è stata nutrita con un catetere e ha ricevuto le terapie ogni giorno in modo che i suoi muscoli non presentassero importanti danni.

La donna grazie al principe Mohammed bin Zayed fu trasferita in Germania per ricevere cure mediche migliori.

Lì fu sottoposta ad alcuni interventi chirurgici alle sue estremità e iniziò nuove terapie che fecero il loro effetto presto. La donna riuscì a percepire la presenza delle persone che andavano a farle visita.

Entro giugno 2018, suo figlio fu sorpreso di notare che sua madre si stava muovendo. Tuttavia, i medici gli dissero che potevano essere reazioni involontarie dei muscoli e che era qualcosa di normale in quello stato.

Ma Munira ha dimostrato che non era quello che i medici sospettavano, poiché i giorni successivi a quell’evento la donna ha ripreso conoscenza.

“Tre giorni dopo mi sono svegliato con il suono di qualcuno che mi chiamava con il mio nome Era lei! Mi ha chiamato, la gioia era tantissima. Per anni ho sognato quel momento, e il mio nome è stato la prima parola che ha detto”, ha detto Omar.

Attualmente, la famiglia si incontra ad Abu Dhabi, dove la donna continua a ricevere cure per riacquistare la sua piena mobilità e pronta a vivere di nuovo.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...