La caffeina brucia i grassi? Scoprilo con noi

La caffeina brucia i grassi? Scoprilo con noi.

Sappiamo ormai da tempo che la caffeina possiede molte proprietà benefiche per la salute, anche se ovviamente, essendo una sostanza eccitante, non è bene consumarla in eccesso.

Si dice che la caffeina possa aiutare a bruciare i grassi. Vediamo che cosa c’è di vero in questa affermazione.

La caffeina brucia i grassi? Scoprilo con noi

In effetti una relazione tra caffeina e grasso corporeo esiste e ci sono alcuni studi scientifici che lo provano.

L’affermazione però va precisata, perché in effetti quel che succede non è che la caffeina “brucia” i grassi, ma ne rallenta l’accumulo. Inoltre sembra proprio che stimoli la produzione del cosiddetto “grasso bruno”, che a differenza del “grasso bianco” non fa salire i trigliceridi.

Un primo studio su questo aspetto del consumo di caffeina è stato realizzato nel 2019 dall’università dell’Illinois e pubblicato sul Journal of Functional Food: la ricerca, va notato, fu condotta su dei topi.

Alle cavie i ricercatori hanno fatto seguire una dieta ben precisa e ad alcuni topi è stata somministrata anche caffeina. S’è visto che le cavie che avevano assunto caffeina prendevano il 16 per cento in meno in peso e accumulavano il 22 per cento in meno di grasso rispetto a quelli cui non era stata somministrata la sostanza.

Dai risultati di questa ricerca si è desunto che la caffeina abbia come effetto di rallentare la produzione di trigliceridi.

Un altro studio condotto dall’università inglese di Nottingham, sempre nel 2019, ha puntato sulle differenze tra “grasso bianco” e “grasso bruno”.

Il primo è carico di trigliceridi, che come si sa sono dannosi, ed è presente nel corpo in maggiore quantità. L’altro è definito come il grasso “buono”, permette di proteggersi dal freddo ed è presente nel corpo in minor quantità. Se c’è più grasso bruno, ciò rallenta la proliferazione di quello bianco.

LEGGI ANCHE:  Zenzero: proprietà, benefici e valori nutrizionali

Il caffè – la caffeina – stimolerebbe proprio la produzione di questo grasso “buono”.

Attenzione, però, questo non vuol dire che potete consumare caffeina a volontà. Un po’ di caffeina, in dosi normali, può aiutare a tenere a bada il grasso cattivo, ma deve essere accompagnata da sane abitudini di vita e da una dieta parca ed equilibrata.

E in ogni caso, se decidete di seguire una dieta dimagrante, rivolgetevi prima a un professionista della materia (medico dietologo o nutrizionista).

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...