Ecco il Paese che nei prossimi anni eliminerà TUTTE le materie scolastiche. La proposta sconvolgente della…

Il sistema scolastico in Finlandia è considerato tra i migliori al mondo. Nelle classifiche stilate da importanti organi internazionali, questo paese rientra tra i primi dieci per il livello di istruzione impartita ai suoi alunni. Visti gli ottimi risultati nonché il riconoscimento proveniente dall’estero, il sistema finlandese potrebbe semplicemente proseguire così come è sempre stato, forte dei metodi e dei programmi che lo hanno reso celebre in tutto il mondo.

carl

Sbagliato, perché a quanto pare in Finlandia non rincorrono una posizione in classifica quanto una reale e sostanziale efficienza, indipendentemente dal giudizio altrui. La scuola finlandese metterà presto in atto una rivoluzione che potrebbe (ma togliamo pure il condizionale) far storcere il naso ai più tradizionalisti dei pedagoghi: l’eliminazione delle materie.

Addio quindi a storia, geografia, letteratura, matematica e così via.

La direttrice del Dipartimento dell’Istruzione dei Helsinki, Marjo Kyllonen, ha spiegato questo inatteso cambio di marcia così:

“Esistono scuole dove si insegna secondo dei metodi superati, vigenti dal 1900. Le necessità sono oggi cambiate ed è arrivato il momento di creare un sistema adeguato al XXI secolo.”

Ma cosa implica realmente il superamento delle materie scolastiche? Ovviamente grammatica e matematica non saranno cestinate per introdurre nuove e più “moderne” discipline, semplicemente cambierà il modo in cui i loro principi saranno impartiti agli alunni.

In pratica lo studio avverrà sulla base di eventi e fenomeni spiegati con un sistema di tipo multidisciplinare. Ad esempio, lo studio della Seconda Guerra Mondiale implicherà elementi di storia, di geografia e matematica, mentre altri corsi più pratici (es. “lavorare in un bar”) forniranno nozioni di matematica, economia, comunicazione, inglese e via di seguito.

LEGGI ANCHE:  Santo del Giorno 22 Agosto: Beata Vergine Maria Regina

Questo sistema verrà inizialmente introdotto per gli studenti di 16 anni, i quali dovranno scegliere uno dei percorsi di studio offerti dalla scuola rispondendo ad interrogativi del tipo “Qual è il mio obiettivo?”, “Cosa mi serve per raggiungerlo?”

Attualmente in una fase sperimentale, il nuovo sistema scolastico andrà in vigore a tutti gli effetti dal 2020.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...