melissa

La melissa: scopriamo le proprietà di questa pianta officinale

La melissa: scopriamo le proprietà di questa pianta officinale.

Chiamata anche cedronella, la melissa è una pianta medicinale che appartiene alla famiglia delle Labiatae.

Melissa officinalis

Ha un profumo piuttosto distintivo, che ricorda la menta e gli agrumi. Le sue proprietà più importanti, dal punto di vista medicinale, sono quella antidolorifica e quella ansiolitica (nonché moderatamente antidepressiva). Fin dall’antichità ha trovato impiego nel trattamento di alcuni disturbi nervosi, della digestione e del sonno. Viene adoperata anche nella preparazione di alcuni liquori.

La melissa: scopriamo le proprietà di questa pianta officinale

Tra le sostanze che contiene vanno ricordati l’acido citronellico e oli essenziali come geraniolo, timolo, citronellolo e limonene. Non secondari, dal punto di vista terapeutico, sono poi i flavonoidi, per esempio i tannini, la quercitina, la luteolina e le catechine. E sono da citare anche i polifenoli come l’acido oleanolico, quello caffeico e quello succinico.

Ma veniamo alle proprietà curative della melissa.

Calma il sistema nervoso

Il modo migliore per godere delle sue proprietà ansiolitiche è in infusione con altre erbe, come per esempio la camomilla.

Calma i dolori muscolari

Ha un’azione antispastica e si può adoperare come un tonico muscolare in caso di crampi o di fastidi dopo un allenamento piuttosto intenso. Come rilassante muscolare è efficace sotto forma di impacchi, fatti soprattutto dopo un buon bagno caldo.

Può combattere l’insonnia

Leggermente sedativa, si può rivelare d’aiuto in caso di difficoltà a prendere sonno, soprattutto quando ciò sia dovuto a qualche situazione di stress.

La sua efficacia in questo senso può essere moltiplicata usandola insieme ad altre erbe, come passiflora, camomilla e tiglio.

Può abbassare la temperatura

La melissa può stimolare la sudorazione e quindi può essere indicata in caso di febbre, raffreddore e fastidi influenzali.

Può migliorare la digestione

Quest’azione della melissa può risultare potenziata se la si accompagna con menta, zenzero o cannella. I suoi oli essenziali sono efficaci contro nausea e pesantezza.

Come usare la melissa?

Il modo più pratico è come infuso: un cucchiaino di melissa in una tazza d’acqua bollente; fai riposare poi la filtri e la bevi.

Come impacco

Le compresse tiepide sono un rimedio molto efficace per calmare l’infiammazione delle ghiandole mammarie nelle puerpere.

Come tintura

Si fa macerare la pianta nell’alcol e poi si prende in gocce (una quarantina al giorno) da sciogliere in acqua o in un po’ di succo d’arancia.

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!