La preparo con formaggio, uova e cioccolato bianco e senza farina | 3 soli ingredienti per una torta Divina!

formaggio uova e cioccolato bianco torta giapponese

Formaggio, uova e cioccolato bianco: scopri la torta giapponese senza farina

Formaggio, uova e cioccolato bianco: scopri la torta giapponese senza farina. Formaggio, uova e cioccolato bianco: sono i tre ingredienti di una morbidissima torta giapponese che siamo convinti ti conquisterà.

 torta giapponese senza farina

Di ricette molto semplici e, come dire, “spartane”, in giro ce ne sono molte, ma di dolci che si possono preparare con soltanto tre ingredienti non ce ne sono tantissimi. Questo che stiamo per presentarvi ha la forma di un plumcake e ci arriva per l’appunto dal Giappone.

Non contiene farina e quindi va bene per quanti soffrono di celiachia (ma è chiaro che in questo caso anche il cioccolato bianco deve essere senza glutine).

Ma veniamo alla ricetta.

Torta giapponese senza farina. Gli ingredienti

Come s’è anticipato, gli ingredienti sono solo tre: tre uova; 130 grammi di un formaggio spalmabile (per esempio il Philadelphia); 130 grammi di cioccolato bianco.

La preparazione

La prima cosa è rompere le uova dividendo i rossi dalle chiare. Queste ultime vanno montate a neve ferma con una frusta elettrica, il che significa che dovranno diventare belle compatte e spumose: se sollevate la frusta, ci dovranno rimanere attaccate, come “neve ferma”, appunto.

Frattanto in un’altra boule si mescola il formaggio spalmabile col cioccolato bianco, che avrete provveduto a sciogliere.

Quindi si aggiungono i rossi d’uovo e si amalgama tutto con delicatezza servendosi di una spatola o di un cucchiaio di legno.

A questo composto vanno poi aggregati gli albumi che abbiamo montato poco fa e si prosegue a mescolare con calma (dal basso verso l’alto), dopodiché si versa tutto quanto in uno stampo per plumcake debitamente foderato con carta da forno.

LEGGI ANCHE:  Frittelle non fritte: croccanti fuori e dal cuore filante

Il passo seguente è mettere in forno a 170 gradi per una quarantina di minuti.

Si può portare in tavola, volendo, con una guarnizione di sciroppo d’acero o anche, più semplicemente, spolverando con dello zucchero a velo.

Buon appetito!

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...