La Puglia vieta la plastica nei lidi. È la prima Regione in Italia

L’estate è alle porte e una nuova novità è in arrivo in Italia, o meglio su un lido della località italiana. Infatti in un noto lido della regione Puglia sarà vietata la somministrazione di cibo e bevande in materiale monouso non compostabile. La Puglia è la prima regione in Italia che dà il via a questa nuova iniziativa: tutti gli stabilimenti balneari dovranno infatti rinunciare alla plastica monouso in favore di materiale ecocompatibile.
“È un risultato prezioso per l’equilibrio futuro del nostro ambiente marino”, ha detto il presidente Michele Emiliano.

Questa importante decisione è stata presa durante un incontro con ambientalisti e balneari. I rappresentanti degli stabilimenti hanno condiviso appieno la decisione partendo già da questa stagione estiva. È un risultato storico per la difesa dell’ambiente e del mare. Oltre l’80% dei rifiuti marini è infatti costituito da plastica e oltre il 27% da attrezzi da pesca smarriti o abbandonati in acqua, come le reti e i fili pericolosissimi per l’ecosistema marino.

La decisione pugliese è in linea con la proposta della Commissione Europea, approvata pochi mesi fa, di vietare dal 2021 la vendita di articoli in plastica monouso: grazie alla nuova direttiva, si eviterebbe l’emissione di 3,4 milioni di tonnellate di CO2, danni ambientali pari a 22 miliardi di euro entro il 2030 e verrà prodotto inoltre un risparmio per i consumatori di 6,5 miliardi di euro.

“Così come già previsto dalla legge di bilancio approvata lo scorso dicembre, la Regione Puglia metterà a disposizione una dotazione finanziaria di 250mila euro per i Comuni e gli organizzatori di eventi che, in occasione di sagre e altre manifestazioni pubbliche, si impegneranno a ridurre la produzione dei rifiuti e ad incrementare la raccolta differenziata“. Lo ha annunciato l’assessore all’Ambiente della Regione Puglia, Gianni Stea.

LEGGI ANCHE:  A 107 anni rivela il suo segreto per vivere così a lungo: essere single

Il contributo potrà essere concesso per eventi, sagre, feste patronali e ogni altra manifestazione ricreativa, culturale, sportiva purché plastic free.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...