La ricetta golosa: il Simnel Cake, il tradizionale dolce inglese di Pasqua

simnel cake

La ricetta golosa: il Simnel Cake, il tradizionale dolce inglese di Pasqua.

La gastronomia britannica (sì, esiste, per quanto strano possa sembrare…) è piena di dolci alla frutta (secca e no) belli densi, spugnosi e bagnati.

Tra questi c’è il Simnel cake, una torta che nel Regno Unito è uno dei capisaldi gastronomici della Settimana Santa. L’usanza richiede che si serva come dolce al pranzo della domenica di Pasqua.

La Gran Bretagna non sarà il paese più religioso del mondo, e ormai da un pezzo, ma alla Simnel cake tra i sudditi di Sua Maestà sono in pochi a rinunciare.

Questa torta è costituita da tre strati: due sono alla frutta, mentre il rimanente, intermedio, è di marzapane. Si tratta di un matrimonio che riceve il suo coronamento – in tutti i sensi – con le undici tradizionali palline di marzapane che vengono collocate sopra lungo la circonferenza del dolce.

Si tratta evidentemente degli apostoli: undici, perché il dodicesimo è Giuda, che come si sa, pur essendo necessario protagonista della Pasqua, è pur sempre il Traditore per antonomasia.

La ricetta golosa: il Simnel Cake, il tradizionale dolce inglese di Pasqua

Gli ingredienti

Per otto persone gli ingredienti necessari sono i seguenti: 500 grammi di pasta di marzapane; 220 grammi di zucchero; quattro uova medie; 230 grammi di farina; 25 grammi di cannella macinata; la scorza grattugiata di due limoni; la scorza grattugiata di due arance; 230 grammi di burro; 225 grammi di uva sultanina; 110 grammi di mirtilli secchi e uva passa senza semi; 110 grammi di ciliegie in confettura; marmellata di albicocche per la guarnizione; un uovo per la guarnizione.

Come procedere

Mescoliamo lo zucchero, le uova, la farina, la cannella, la scorza grattugiata di limone e arancia e il burro in un recipiente rotondo e piuttosto largo. Usiamo una frusta. Aggiungiamo la sultanina e i mirtilli secchi e incorporiamo con una spatola. Dovremo ottenere una massa molto densa.

Adesso prendiamo un terzo della pasta di marzapane e la tiriamo al mattarello fino a che raggiunga il mezzo centimetro di spessore, dopodiché ritagliamo un cerchio di una ventina di centimetri di diametro e lo mettiamo da parte.

LEGGI ANCHE:  Sandwich di melanzana con peperoni, spinaci e mozzarella. Ricetta light!

Adesso foderiamo uno stampo di 20 centimetri di diametro con della carta forno e facciamo in modo che la carta fuoriesca ai lati.

Versiamo la metà della massa nello stampo e la spandiamo per bene, spianando la superficie. In cima ci mettiamo il disco di marzapane e lo copriamo col resto dell’impasto.

Spianiamo con una spatola (o un cucchiaio) allargando nel contempo l’impasto su tutta la superficie e mettiamo a cuocere in forno preriscaldato a 150 gradi per un’ora e cinquanta minuti, fino a che l’impasto non diventa ben fermo e sodo al centro.

Facciamo freddare completamente e poi togliamo dallo stampo. Nel mentre tiriamo una sfoglia col marzapane restante e ne ritagliamo un altro cerchio di circa 20 centimetri di diametro, che useremo per completare il dolce.

Coi rimasugli dell’impasto e col resto del marzapane modelliamo le undici palline da collocare in cima alla torta. Poi passiamo la marmellata per un colino fine e sbattiamo l’uovo.

Quando il dolce è freddo, con un coltello tagliamo la “cresta” che si è formata sopra, poi la capovolgiamo e ne spennelliamo la superficie con la marmellata. A questo punto sopra collochiamo il disco di marzapane e lo spennelliamo con l’uovo, dopodiché aggiungiamo le undici palline di marzapane, che spennelleremo anch’esse con l’uovo.

Adesso mettiamo la torta sotto al grill del forno per qualche minuto, affinché acquisti una bella doratura: attenti che non si bruci (il marzapane può fare brutti scherzi).

Quando si è formata la doratura, la nostra torta è pronta da servire in tavola.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...