La ricetta originale della madeleine: un classico in tutti i sensi

La ricetta originale della madeleine: un classico in tutti i sensi.

Oggi parliamo di un dolcetto francese che è anche, a pieno titolo, un topos della grande letteratura di inizio Novecento, dato che è dall’assaggio di una madeleine che Marcel Proust fa partire il suo monumentale viaggio in sette volumi (quelli della prima edizione) “Alla ricerca del tempo perduto”.

Un viaggio nella memoria innescato dal sapore e dall’odore di una umilissima madeleine.

Come nella migliore tradizione d’Oltralpe, le madeleine sono dolci eleganti e belli. Si possono aromatizzare in molti modi diversi: al limone, alla mandorla, all’arancia, al caffè e così via.

Il loro “segreto” è nello shock termico tra impasto freddo e forno rovente. La cosa migliore è preparare l’impasto la sera prima, ma anche se non si ha tutto questo tempo è bene farlo riposare in frigorifero per almeno tre ore.

La ricetta originale della madeleine: un classico in tutti i sensi

La ricetta (le dosi indicate dovrebbero permettere di preparare una ventina di madeleine).

Gli ingredienti

Servono questi ingredienti: 125 grammi di burro; 125 grammi di zucchero; 150 grammi di farina doppio zero; un cucchiaino di lievito per dolci; due uova a temperatura ambiente; due cucchiai di latte a temp. ambiente; qualche goccia di essenza alla mandorla; sale quanto basta; la scorza grattugiata di un limone (facoltativa); una cinquantina di gocce di cioccolato (facoltative).

La preparazione

In un pentolino occorre sciogliere il burro e farlo freddare leggermente. Il passo successivo è montare le uova con lo zucchero fino a che non si ottiene una consistenza leggera e spumosa.

LEGGI ANCHE:  Prendi le pesche e mettile nella sfoglia: facile e veloce e golosissimo!

Sempre sbattendo, bisogna poi aggiungere la farina (previamente setacciata) e il lievito (idem): vanno incorporati alla massa. Ancora sbattendo, si aggregano anche il burro a filo, il latte, l’essenza alla mandorla e la scorza di limone grattugiata. Con ciò l’impasto è fatto. Va coperto con della pellicola trasparente e poi messo in frigo a riposare, meglio se per tutta la notte.

L’indomani si prende uno stampo per madeleine, si imburra, si cosparge di farina e si ripone in frigo (o anche nel freezer) per dieci minuti. Dopodiché si deposita un po’ di impasto (al quale, volendo, si saranno aggiunte le gocce di cioccolato) in ciascuna delle cavità che contiene: non troppo, perché ovviamente poi con la cottura cresce di volume.

Il passo seguente è mettere in forno preriscaldato, statico, a 220 gradi per quattro minuti, dopodiché la temperatura va abbassata a 180 gradi e la cottura proseguita per altri cinque o sei minuti, fino a che le madeleine non prendono un bel colore dorato e non sviluppano la loro caratteristica “gobba”.

A questo punto si sfornano e si tolgono subito dallo stampo con la punta di un coltello.

Buon appetito!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...