La torta pasqualina a modo mio: la torta salata veloce, che non può mancare a Pasqua

la torta pasqualina classica la AdobeStock 11991106

La torta pasqualina classica: la torta salata che non può mancare a Pasqua

La torta pasqualina classica. La ricetta di oggi è un classico che più classico non si può, ma appunto per questo intramontabile: la torta pasqualina.

Qui di seguito te ne proponiamo la versione tradizionale, su questa base sono poi possibili molte variazioni, come sempre in cucina.

la torta pasqualina classica la AdobeStock 11991106 1

 

Ma veniamo alla ricetta.

Gli ingredienti

Per questa irresistibile e festosa torta di Pasqua sono necessari questi ingredienti: due confezioni di pasta brisée già pronta; mezzo chilo di spinaci; 200 grammi di ricotta; 150 grammi di filone di mozzarella o scamorza, 50 grammi di formaggio Grana; 1 uovo; sale e pepe quanto basta. Per chi ama la sorpresa delle uova sode è possibile aggiungerne qualcuno tagliato a metà prima di richiudere la torta salata con la seconda sfoglia.

La preparazione

La prima cosa è prendere una teglia, foderarla con della carta da forno e poi stenderci sopra un rotolo di pasta brisée. Bisogna farla aderire bene sia sul fondo che sui bordi della teglia, che dovrà avere un diametro di più o meno 22 o 25 centimetri. Dopo averla stesa, la pasta va bucherellata coi rebbi di una forchetta.

Adesso è la volta del ripieno. Bisogna scottare gli spinaci, strizzarli per bene, sminuzzarli abbastanza finemente e poi lavorarle con l’uovo, la ricotta e il Grana grattugiato, dopodiché l’impasto va aggiunta la mozzarella e aggiustato di sale e pepe. Questo ripieno va distribuito in maniera uniforme sullo “scrigno” di pasta che avete preparato poco fa nella teglia da forno. Se volete è il momento di aggiungere qualche uovo sodo a metà adagiato sul ripieno.

LEGGI ANCHE:  Hamburger di ceci e zucca light: ricetta gustosa super leggera!

A questo punto si riprende dal frigo la seconda sfoglia al e si dispone sopra la torta che avete composto nella teglia, e i bordi della sfoglia inferiore richiusi su quella superiore (come da foto). Il tutto va in forno preriscaldato a 180 gradi per una mezz’ora/trentacinque minuti, la sfoglia dovrà avere un colore d’orato.

Una volta cotta, si sforna e si lascia raffreddare, ma non troppo, perché va servita tiepida e filante.

Buon appetito!

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...