Ladri? Con questo semplice trucco potrai dormire tranquillamente.

Chi vive in una casa villetta o in un immobile monofamiliare è oggi costretto a vivere nel timore di intrusioni esterne. Questo tipo di crimine è sempre esistito e non è certamente una novità, tuttavia la percezione di insicurezza nel nostro paese è aumentata in modo esponenziale negli ultimi anni.

Image result for Mit diesem simplen Trick treibst du Einbrecher in den Wahnsinn. Und du kannst ein ganzes Stück ruhiger schlafen.

Per proteggersi, spesso si investono interi patrimoni per sistemi di sicurezza e allarmi all’avanguardia. Non tutti, però, possono permettersi un tale lusso. Detto questo, è importante essere a conoscenza di alcuni piccole ed economiche precauzioni che davvero chiunque può mettere in atto e che possono rivelarsi più protettive di quel che si pensi.

La parte più debole di una porta è solitamente la piastra che aderisce all’infisso, nel punto in cui la placca di metallo della serratura si inserisce per bloccare l’apertura della porta. In gran parte dei casi, queste piastre sono assicurate da viti molto corte che offrono poco sostegno e poca resistenza. Una piccola pressione è sufficiente per rimuoverla e facilitare l’ingresso di malintenzionati.

Quando parlavamo di piccola ed economica precauzione, dunque, ci riferivamo proprio alle viti. Diamo un’occhiata e, se le viti sono innocue, sostituiamole con delle viti più lunghe, più resistenti e di qualità. Spesso i malintenzionati sono dissuasi dalle prime difficoltà che incontrano, perché del resto anche loro hanno il timore di trovare persone pronte a sfidarli.

Dotarsi di una serratura di qualità non prevede spese importanti, eppure può fare la differenza in queste situazioni poco gradevoli. Inoltre, anche dal punto di vista manuale, chiunque può eseguire la sostituzione delle viti ed eventualmente della piastrina. È sufficiente svitare, riposizionare e riavvitare saldamente. Il lavoro è tutto qui.

LEGGI ANCHE:  Cose inaspettate che tutti i bevitori di caffè vorrebbero sapere

Le intrusioni notturne (e talvolta diurne) non costituiscono certo una preoccupazione di chi vive in un condominio con diversi appartamenti. La situazione cambia in modo radicale, invece, quando si vive in un immobile staccato da altre case. Bastano pochi secondi per dormire un po’ più tranquillamente.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...