Latte condensato fai da te: la base dei gelati senza gelatiera e non solo!

latte condensato fai da te latte condensato fai da te

Il latte condensato rievoca ricordi di infanzia: quel sapore dolce e goloso, la consistenza morbida che si presta a essere gustata da sola, direttamente dal tubetto o al cucchiaio, su una fetta di pane, per guarnire biscotti secchi ci proietta direttamente ai bei tempi passati. Quante volte lo abbiamo adocchiato sugli scafali dei supermercati, ma abbiamo rimandato l’acquisto per evitare un ulteriore peccato di gola? Eppure, forse non lo sapete, ma il latte condensato è l‘ingrediente principe per realizzare il gelato fatto in casa, senza gelatiera… indispensabile in questi tempi di covid-19 per soddisfare il desiderio di un’estate che lentamente avanza. Senza contare che, se lo realizzerete con le vostre mani, sarà genuino e senza traccia di conservanti, economico e pronto in un batter di ciglia. Allora curiose? Prendetevi 10 minuti di tempo… e iniziamo!

Latte condensato

Latte condensato: ingredienti e preparazione.

Per questa ricetta, procuratevi:

  • burro, 50 g
  • latte, 200 ml
  • zucchero a velo, 200 g.

Mettete il latte, lo zucchero e il burro in un pentolino. Accendete il fuoco e portatelo ad ebollizione. Fate cuocere per 12 minuti mescolando continuamente fino a che vedrete che inizierà ad addensare.
Dovrà risultare una crema omogenea e senza grumi. Eccovi il vostro latte condensato bello pe pronto! Se desiderate una versione più leggera, potete anche usare quello parzialmente scremato.
Si conserva chiuso nel barattolo sotto vuoto in dispensa per 2 mesi, una volta aperto tenetelo in frigo e consumatelo entro 4 giorni. Non congelatelo!

Come sterilizzare i barattoli.

Per conservare correttamente il vostro latte condensato, dovrete sterilizzare perfettamente i barattoli. Come fare? Metteteli in una pentola piena d’acqua fredda e portate a ebollizione, lasciateli bollire per 20 minuti almeno.
Toglieteli poi con una pinza e asciugateli con un canovaccio pulito.
Travasatevi il latte condensato ancora caldo, chiudete il coperchio, capovolgeteli e lasciateli raffreddare completamente. Si creerà così il sottovuoto e il contenuto si manterrà intatto senza l’aggressione di agenti esterni!

LEGGI ANCHE:  Muffin salati Pasquali: perfetti per un aperitivo veloce ed originale

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...