Redazione Contatti Impostazioni Privacy

L’Australia ha bloccato la diffusione di plastica nei fiumi: ecco i vantaggi del nuovo sistema che tutti dovremmo seguire

Pubblicità

Non è un segreto che l’inquinamento nelle aree acquatiche, come mari, laghi, lagune e fiumi, stia raggiungendo livelli più che preoccupanti. Ci sono diversi posti che hanno superato livelli critici e che possiamo vedere anche su Internet, come le spiagge della Repubblica Dominicana, che sono ormai piene di rifiuti generati dall’uomo, in particolare la plastica.

Questi livelli sono replicati in vari posti nel mondo. Uno di questi è l’Australia, che cinque anni fa ha dato l’ allerta dopo aver registrato almeno 4 mila pezzi di plastica per chilometro quadrato sulle spiagge del paese, secondo uno studio dell’Università dell’Australia occidentale.

Di fronte a questa situazione, le città australiane hanno iniziato a prendere delle valide misure per pulire e ridurre i rifiuti futuri. Tra questi, il Kiwana è diventato un esempio globale utilizzando una misura economica ed efficace per evitare l’inquinamento nei suoi fiumi.

L’Australia ha bloccato la diffusione di plastica nei fiumi: ecco i vantaggi del nuovo sistema che tutti dovremmo seguire

Pubblicità

Nel marzo di quest’anno, la città ha installato due reti di drenaggio nell’area di Henley Reserve che impediscono ai rifiuti di entrare nel fiume. Questi tubi scaricano l’acqua piovana sul fiume, con l’obiettivo di prevenire le alluvioni, ma anche di trascinare rifiuti dalle strade della città. È per lo stesso motivo che queste reti le intrappolano e le accumulano per impedire loro di contaminare la natura, spiega la società Old Castle Precast .

Una volta pieno, la spazzatura viene raccolta da una gru e quindi ordinata per il suo riutilizzo. In quattro mesi, le mesh hanno catturato circa 370 kg. di spazzatura.

Nel frattempo, quando le immagini sono state condivise su Facebook, l’iniziativa e le immagini sono diventate virale in poche ore. “Questo dimostra quanto sia importante iniziare a concentrarsi su iniziative ambientali come queste, rendendosi conto che le piccole azioni possono avere grandi impatti sull’ambiente e sull’uomo”, ha detto il sindaco Carol Adams in una nota.

Finora non si sa quali località implementeranno questo stesso sistema Noi speriamo che tutti prendano parte a questa grande iniziativa.


Potrebbe interessarti anche...