Le vecchie spugne valgono oro: guarda come riciclarle

ecco come riciclare le spugne riciclo spugne

Le vecchie spugne valgono oro: guarda come riciclarle

Oggi vi sveliamo alcuni metodi di come riciclare le spugne usate. Queste infatti non vanno buttate ed è possibile per loro, una seconda vita e questo grazie alle piante. La cosa fondamentale è che siano state pulite per bene da eventuali muffe, che possono provocare danni alle piante.

vecchie spugne

Le vecchie spugne valgono oro: guarda come riciclarle

1 metodo terra + spugna

L’idea di riciclare la spugna mischiandola alla terra è davvero formidabile! Questo mix darà nuova vita a questa spugna che doveva essere buttata. Per eseguire questo metodo, serve un paio di forbici. utilizzate le per tagliare completamente la spugna in quadratini che abbiano lo spessore massimo di un centimetro. Questo procedimento è molto utile se volete creare delle talee dove dovrete bilanciare la quantità di spugna e di terreno 50/50. invece se volete coltivare una pianta vera e propria la proporzione è 70 di terriccio e 30 di spugna.una volta creato il composto terra/spugna, Mettiti un interno di una bottiglietta di plastica alla quale avrete tolto la parte superiore e inserite le piantine per di rosa per creare le talee. dopodiché Mettete tutto all’interno di un sacchetto di plastica bagnate il terriccio fatto con le spugne e richiudete il sacchetto di plastica in modo che si crei un effetto serra che permetta ai rametti di crescere e trasformarsi in piantine.

2 metodo i semi

Per mettere in pratica questo metodo è necessario avere una spugna, dei semi estratti tipo da un frutto di limone o arancia. Prendere la spugna e tagliarla a metà, poi prendete una metà e tagliatela con il coltello nella parte centrale ma senza arrivare al fondo ( si deve aprire e chiudere come un libro). Mettete poi i semi all’interno e mettete il tutto dentro un contenitore piccolo con dell’acqua e lasciate lì per due settimane. Quando andrete ad aprire i semi saranno germogliati. Ora è necessario procurarsi un vaso con il terriccio adatto agli agrumi, praticare un foro al centro e inserire un seme, facendo attenzione di mettere le radici verso il basso. Bagnate molto bene in vaso e dopo circa tre mesi avrete una piantina di circa 5 cm.

LEGGI ANCHE:  Compostiera fai da te: riciclaggio dei rifiuti, ecco come realizzarne una

3 talea da ramo

E’ possibile con la spugna creare da un rametto un’altra piantina. Tagliate il rametto, poi tagliate la spugna come abbiamo descritto per il metodo dei semi e inserite all’interno la maggior parte del rametto. Richiudete e inserite la spugna col rametto dentro un bicchiere, dove avrete messo circa due o tre cm di acqua. Dopo circa due settimane troverete già le prime radici. Se sono almeno di tre cm potete decidere di mettere in vaso, altrimenti lasciatele ancora qualche giorno nella spugna.

4 metodo talea fogliare

Questo metodo è molto semplice, basta procurarsi la spugna, sempre tagliata a metà e inserire le foglie. Richiudere e inserire in un piccolo contenitore con dell’acqua. Lasciate passare circa 30 giorni e poi controllate i risultati. Dovreste trovare le foglioline con le radici. Attenzione però non tutte le foglie sono adatte a questo metodo.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...