Live – Non è la D’Urso: ad Uno contro tutti un ospite d’eccezione

Domenica 15 settembre, è partito su Canale 5 Live – Non è la D’Urso. Per la seconda puntata, che sarà domenica 22, Barbarella prepara una grossa sorpresa per il suo pubblico. Dagospia annuncia infatti che in studio, nello spaccato di Uno contro tutti, ci sarà nientepopodimeno che il leader della Lega Matteo Salvini, ex ministro dell’Interno dopo la fine del governo gialloverde. Salvini risponderà alle domande di opinionisti e giornalisti, che rimarranno misteriosi fino alla fine.

Interverrà anche il pubblico da casa, che si esprimerà attraverso i social. Saranno scintille, perché il leader del Carroccio (già stato ospite della D’Urso sia Domenica Live che a Pomeriggio 5) parlerà della recente crisi di governo e di quello attuale giallorosso, formato dagli ex alleati del Movimento 5 Stelle e dal Pd.

Risulta che la partecipazione di Salvini al programma serale di Carmelita che segue Domenica Live, fosse già programmata da una decina di giorni. Si potrebbe pensare che sia un rimedio per gli ascolti di ieri, più bassi del previsto; invece non è così.

Sta di fatto che si spera certamente di alzare lo share, che alla prima punta di Live-Non è la D’Urso, è rimasto fermo all’ 11,8% (1.555.000 spettatori). Al contrario l’inizio del programma nella scorsa stagione aveva fatto faville col cosiddetto Pratigate: il caso di Pamela Prati e del “fidanzato” Mark Caltagirone.

A migliorare le sorti dell’esordio della trasmissione, non è bastata nemmeno la presenza di un grande ospite: Mickey Rourke, nel quale, a non saperlo, non si riconoscerebbe il sex-symbol di Nove settimane e mezzo. I numerosi trattamenti estetici, sul 67enne divo di Hollywood, non hanno affatto sortito l’effetto sperato.

LEGGI ANCHE:  Temptation Island: hater contro Pietro dopo la romantica dedica ad Antonella. Buone notizie per Valeria e Ciavy?

Ma non è stato quello ad imbarazzare Barbara D’Urso, bensì prima di tutto.una parolaccia riservata da Rourke al presidente americano Donald Trump. Poi il confuso e ad un certo punto commovente riferimento al pessimo rapporto con il collega Robert De Niro.

La Carmelita Nazionale riesce a superare l’impasse, chiamando Aida Yespica a ripetere lo spogliarello fatto a suo tempo da Kim Basinger, ma Rourke fa ancora discorsi poco lucidi. Non per lo spogliarello di Aida come si potrebbe pensare, ma per chissà quale altro motivo.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...