Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Lo stress, l’ansia e la depressione si manifestano quando viviamo per compiacere gli altri

Esistono molti modi per vivere la vita e siamo proprio noi a dover scrivere la nostra storia. Molti aspetti e dettagli non devono mai essere dati per scontati, dobbiamo tenere sempre in mente quali sono i nostri sogni e dobbiamo sempre prenderci cura di noi stessi. Le scelte, le decisioni importanti spettano a noi e non dobbiamo in nessun modo permettere agli altri di farlo al posto nostro.

Vivere per compiacere gli altri può diventare davvero frustrante, non bisogna mai mettere da parte le nostre illusioni per far contenti gli altri. È anche vero che molti si sentono soddisfatti quando le persone importanti si sentono orgogliose di noi, ma è anche vero che se facciamo in modo di adattarci a dei parametri che non sentiamo nostri, prima o poi questo senso di soddisfazione si trasformerà in frustrazione.

Tutti meritiamo affetto e rispetto per come realmente siamo e non per come ci vorrebbero gli altri. Tutti seguiamo un percorso di crescita ed ognuno di noi ha bisogno di vivere le proprie esperienze per imparare e per crescere. Se invece non facciamo nostre le esperienze, prendendo le decisioni che gli altri ci hanno detto, perderemo delle lezioni preziose lungo il corso del nostro cammino.

Le nostre emozioni, quello che sentiamo sono legate ai nostri pensieri ed entrambi se non seguiti, possono finire per scatenare uno stato di stress, ansia o depressione. Questo può accadere quando non ci sentiamo soddisfatti per quello che facciamo, perché in realtà non è quello che desideriamo, o quando qualcuno ci fa troppa pressione per cercare di farci adattare a qualcosa, o ancora quando diamo retta a quello che pensa la gente, invece di preoccuparci di come ci sentiamo realmente. Sono in questi momenti che scateniamo nella nostra mente una elevata quantità di pensieri che tenderanno a diventare predominanti.

LEGGI ANCHE:  La calendula: il rimedio naturale fai da te per tutta la famiglia

Se i nostri pensieri saranno negativi, il nostro corpo reagirà in modo da avvertirci che qualcosa non va bene, o sul fatto che stiamo ospitando e nutrendo qualcosa nella nostra mente che ci fa male.

Qualsiasi sintomo di malessere emotivo dovrebbe farci riflettere a cosa stiamo dedicando tempo ed energie e verificare se ne stiamo dedicando a noi stessi, per riuscire a conoscerci meglio e per capire ciò che non ci piace. Ma, di fatto, si tratta di un invito per valutare quanto sia importante nella nostra vita l’influenza delle altre persone ed in quale gradino gradino sulla scala delle priorità le mettiamo.

Questa vita è molto breve per vivere i sogni degli altri. Dedicati a vivere ogni secondo nel modo che più ti appassiona ed insegui sempre i tuoi sogni, invece di perdere tempo per farti accettare dagli altri.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...