Redazione Contatti Impostazioni Privacy

L’olio di senape: scopri questo rimedio della medicina ayurvedica

olio di senape
Pubblicità

L’olio di senape: scopri questo rimedio della medicina ayurvedica.

L’olio di senape è un rimedio tradizionale dell’antica medicina indiana, ancora relativamente sconosciuto e quindi poco diffuso in Occidente.

Pubblicità

Si tratta di un olio che può essere usato con profitto per i dolori muscolari e per i problemi di digestione. C’è anche chi afferma che si può adoperare come un vero e proprio elisir di bellezza, in particolare per combattere la caduta dei capelli e per curare capelli secchi o sfibrati.

L’olio di senape: scopri questo rimedio della medicina ayurvedica

L’olio di senape si ottiene dai semi della Brassica Nigra o senape nera, una pianta che appartiene alla vasta famiglia delle Brassicacee e che presenta piccoli semi di colore scuro che contengono vitamine (B, C, E, K), proteine e sali minerali.

Ha un bel colore giallo dorato e un aroma intenso e caratteristico, dalla fragranza speziata e piccante.

Per la salute l’olio di senape si può usare sia per uso interno che per uso topico. Per uso topico è indicato in particolare per fare massaggi. Questi possono riguardare il cuoio capelluto, ma anche, come si diceva, i muscoli indolenziti.

Un’avvertenza doverosa. Prima di fare un massaggio con l’olio di senape è bene applicarne un poco sul dorso della mano o su un braccio.

Una leggera sensazione di formicolio o di bruciore sarà del tutto normale, ma se queste sensazioni diventano insopportabili, sarà bene rinunciare al massaggio e sciacquare per bene (anche con sapone neutro) la parte su cui abbiamo testato l’olio.

Pubblicità

D’altra parte, se ritieni che possa farti bene assumerlo per bocca, in tal caso farai bene a sentire prima il tuo medico o farmacista di fiducia: loro ti sapranno indicare i preparati di migliore qualità.

Quali sono le proprietà dell’olio di senape

Come si accennava sopra l’olio di senape può essere indicato per i dolori muscolari o articolari, per i crampi, per il raffreddore, per la tosse. Per quest’ultimo malanno lo si può prendere come ingrediente di uno sciroppo fatto con del miele e, appunto, semi di senape.

Se ne sconsiglia l’assunzione per bocca in caso di meteorismo, problemi di digestione o irregolarità intestinale.

Olio di senape e capelli

Ma si diceva dei capelli. Se si massaggia il cuoio capelluto con dell’olio di senape per diciamo un’oretta, questo può stimolare la crescita dei capelli, prevenire la comparsa dei capelli bianchi, attenuare la forfora, tonificare i capelli secchi o sfibrati e quelli rovinati dalla permanente.

Di solito risultati si cominciano a vedere con un’applicazione a settimana per quattro o cinque mesi., quindi occorre un po’ di pazienza.

Antinfiammatoria?

Sembra infine che una delle sostanze presenti nell’olio di senape (l’isocianato di allile) abbia una potenziale efficacia antiinfiammatoria: peraltro si tratta di un effetto che è stato osservato in vitro, ma molto più debolmente in vivo.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...