Metodo della bacinella: usalo per le piante grasse e vedrai che risultati!

innaffiare le piante grasse con AdobeStock 245931806

Metodo della bacinella: usalo per le tue piante grasse e vedrai che risultati!

Le piante grasse sono molto amate, ma spesso chi le acquista non sa come e quanto vadano innaffiate. Se ricevono troppa acqua rischiano di morire così come se ne ricevono troppo poca. Ebbene la cosa migliore da fare è sicuramente non irrorarle mai dall’alto, ma sempre dal basso, per permettere alle radici ci prelevare solamente la quantità di acqua che gli serve davvero.

Metodo della bacinella

Metodo della bacinella: usalo per le tue piante grasse e vedrai che risultati!

In particolare per non sbagliare esiste il metodo della bacinella, vediamo di cosa si tratta. Si tratta di una tecnica chiamata innaffiatura ad immersione, che permette proprio di evitare di dare troppa acqua alle piante grasse. Il vantaggio è che le radici, in questo modo, diventeranno sempre più forti e robuste.

Per mettere in atto questa tecnica è necessario prendere una bacinella e mettere all’interno il vaso o i vasi da innaffiare. Ovviamente le dimensioni della bacinella devono essere adatte a contenere il vostro/i vaso/i. Aggiungete poi dell’acqua. Se per caso nel vaso avete fatto un fondo di argilla, il livello dell’acqua che verserete deve essere più alto, per permettere al terreno di raggiungerla.

La fase successiva è quella dell’attesa, ovvero dovete lasciare la pianta nella bacinella, fino a quando non sentirete che il terreno in superficie si è inumidito. Solitamente e in base alla grandezza del vaso, il tempo di attesa varia dai 5 ai 15 minuti. Una volta arrivati a questo punto, toglietele dalla bacinella e lasciatele qualche minuto senza rimettere il sottovaso per permettere all’acqua in eccesso sul fondo di uscire. Eviterete che possa marcire qualche radice.

LEGGI ANCHE:  Piedi di fata: ecco 6 rimedi naturali per averli morbidissimi!

Questo tipo di irrigazione è da preferire soprattutto se il terreno della vostra pianta respinge l’acqua, sia perchè è diventato idrofobo sia perchè le radici della pianta avvolgono il vaso ed è rimasto poco terreno. Questo metodo inoltre è consigliato nelle zone umide, in quanto è più facile che possano formarsi funghi o batteri. Un altro motivo di irrigazione con la bacinella è la presenza di troppo fogliame nella vostra pianta. In ogni caso preferire questo metodo per le succulente è sempre una scelta vincente.

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...