Miele di castagno scaled 1

Miele di Castagno: proprietà e benefici

Il miele di castagno con il suo colore scuro, ambrato, caramellato è tra i più amati, forse perché il suo sapore deciso non è troppo dolce e risulta meno nauseante rispetto ad altri.

Come tutto ciò che producono le api, ha molteplici proprietà, alcune note, altre meno.

Scopriamole insieme!

Miele di Castagno: proprietà e benefici

Proprietà del miele di Castagno

Il miele di castagno contiene un’elevata dose di sali minerali, in particolare:

  • potassio, utile a regolare la contrazione cardiaca,
  • calcio, indispensabile per la salute di denti e ossa,
  • sodio, che collabora al benessere del sistema nervoso,
  • ferro, il mattoncino dei muscoli.

Ma non solo, rilascia una serie di amminoacidi essenziali e proteine che rendono diversa la sua composizione organolettica unica e diversa da tutti gli altri mieli.

Attraverso accurate analisi di laboratorio, è stata verificata la sua attività antibatterica efficace a contrastare batteri pericolosi come l’escherichia coli e lo stafilococco. Il lisozima, l’enzima di cui è provvisto, rompe la parete delle cellule batteriche e agisce da antinfiammatorio. Proprio per questo, è utile per la cicatrizzazione di ulcere e ferite cutanee. Ma non solo, è emolliente e lenitivo e risulta utilissimo in caso di mal di gola, tosse, raffreddore, raucedine.

L’acido fenolico presente agisce da antiossidante e innalza le difese immunitarie.

È un antispasmodico naturale che può alleviare i dolori mestruali.

Ricco com’è di fruttosio, uno zucchero semplice, è un alleato per il recupero fisico dopo una convalescenza.

Miele di castagno: le informazioni di base

Il miele di castagno viene bottinato tra giugno e ottobre dalle solerti api operaie, in tutto in bacino del Mediterraneo. Ha un retrogusto amarognolo, indizio di un indice glicemico basso, che lo rende facilmente riconoscibile. Si presenta piuttosto liquido e la presenza di fruttosio ostacola il processo di cristallizzazione. Scegliamolo grezzo, biologico e da filiera certa; evitiamo quelli adulterati industrialmente o pastorizzati, per godere appieno dei suoi benefici.

Gli usi in cucina

Il miele di castagno può essere utilizzato per dolcificare tè e tisane, caffè e caffellatte, ma anche sui dessert. Pancake, crepes, frittelle di mele, ma soprattutto i Seadas (sebadas), famosissimi dolci sardi sono solo alcuni esempi del possibile utilizzo di questo nettare degli dei; ma possiamo anche utilizzarlo nell’impasto di biscotti e torte.

Si fa apprezzare anche sulle ricette salate come i fusi di pollo, arrosti di manzo, di maiale o di selvaggina. Si sposa divinamente con i formaggi stagionati a pasta dura o pasta molle, ma anche con quelli freschi. Infine, la sua consistenza fluida ci permette di introdurlo in salse agrodolci da abbinare in modo originale con i diversi piatti della tradizione.

Gli usi cosmetici

Viste le proprietà emollienti e nutrienti di questo miele in particolare, possiamo utilizzarlo su pelle e capelli per idratarli a fondo.

Per uso topico, applicato in loco previene o guarisce le irritazioni.

Ma possiamo servircene anche per la detersione del viso. Ne basta un cucchiaino mescolato con altrettanta quantità di bicarbonato, emulsioniamo bene e massaggiamo sulla pelle per uno scrub delicato, ma efficace. Sciacquiamo e tamponiamo. Per un’azione più profonda, lasciamo in posa per 5 minuti.

Approfittiamone anche per ridonare lucentezza alla chioma. Emulsioniamone due cucchiaini con 3 di olio extravergine d’oliva. Distribuiamo sulle lunghezze e lasciamo agire per mezz’ora. Sciacquiamo con cura e procediamo alla piega come d’abitudine.

Approfittiamo di questo alimento così prezioso per prenderci cura di noi stesse sotto ogni aspetto!

Vi aspetto sulla mia pagina Facebook – Rimedi Naturali di Mia Nonna

 

L’articolo Miele di Castagno: proprietà e benefici proviene da Pane e Mortadella.

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!