Il misterioso caso di una bambina che scomparve e dopo 50 anni riapparve in… circostanze ancor più misteriose

In una zona isolata di montagna viveva una famiglia, protagonista di una storia da far venire la pelle d’oca.

Un giorno, la madre chiede alla figlia di 5 anni di andare a raccogliere delle bacche nel bosco circostante: un’abitudine che non aveva mai creato alcun problema fino a quel momento. Passarono diverse ore e la bambina non faceva ritorno.

I genitori, preoccupati per l’inspiegabile ritardo, corsero nel bosco a cercarla. La chiamarono gridando, scrutarono ogni zona del bosco… ma della piccola non c’era traccia. Decisero allora di chiedere aiuto ad alcune famiglie che vivevano nella zona. Una numerosa squadra di ricerca si mise al lavoro per interi giorni, senza ottenere alcun risultato.

La coppia non aveva altri figli e visse per tutto il resto della vita con il senso di colpa oltre che in solitudine. Passò un anno e nessuna notizia giunse alla famiglia. Poi due, tre, quattro anni. La bambina sembrava non essere mai esistita, smaterializzata in un istante.

Trascorsero 50 anni e un giorno, la coppia ormai anziana notò qualcuno che gironzolava fuori dalla loro casa. Era una bambina. Spaventosamente, la bambina somigliava alla loro figlia… e non solo. Sembrava indossare gli stessi abiti del giorno della scomparsa, cinquanta anni prima. Nelle mani aveva una cesta piena di bacche.

La bambina era confusa, cercava i genitori ma non li riconosceva nell’ormai anziana coppia. Dopo aver parlato con lei per lungo tempo, la piccola si convinse infine che si trattava di sua madre e di suo padre.

Stupidi dalla vicenda, le chiesero di raccontare cosa fosse accaduto. La figlia della coppia, dal canto suo, non riusciva a capire a cosa si riferissero, perché secondo lei era passata solo qualche ora dalla sua uscita.

LEGGI ANCHE:  Tempesta d'amore, anticipazioni 15- 21 giugno: Ancora problemi per Tim e Franzi

I vicini misero in guardia i vecchi, dicendo che quella bambina non era altro che un impostore, che una storia del genere non poteva essere che una fantasia, un racconto inventato per ingannare.

Eppure la bambina aveva l’identico aspetto della figlia e gli stessi vestiti. Se non fosse abbastanza, conosceva dettagli intimi nel suo nucleo famigliare ed episodi avvenuti in passato, quando lei era ancora a casa.

La storia della bambina che fa ritorno dopo 50 anni viene raccontata di generazione in generazione e mantenuta viva nella memoria. Nonostante ciò, non esistono prove della sua veridicità: la bambina poteva effettivamente essere un “impostore”, anche se alcuni aspetti raccapriccianti lasciano che il mistero sia considerato tuttora irrisolto.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...