Mito o realtà? 10 luoghi comuni sul cibo che crediamo essere veri

Non tutto quel che sappiamo sul cibo corrisponde a realtà. Nel tempo assorbiamo informazioni errate che tuttavia si trasformano in “verità”, come se si trattasse di fatti appurati e incontestabili. Cerchiamo in questo articolo di smontare alcuni dei “miti” sul cibo, consigliando il comportamento corretto da adottare.

Non accade nulla se si mangia cibo scaduto

Superata la data di scadenza del prodotto (che i produttori devono obbligatoriamente riportare sulla confezione) il cibo perde qualità e valori nutrizionali. Tuttavia ci sono alcuni alimenti che, se conservati bene, scappano a questa regola.

Mai scongelare il cibo a temperatura ambiente

Congelare degli alimenti è molto comodo, dato che li avremo a disposizione in qualsiasi momento e non rischiamo di doverli buttare a causa del deperimento. Tuttavia decongelarsi a temperatura ambiente è sbagliato, perché i batteri che la popolano raddoppiano ogni 20 minuti. Come scongelarli? Molto semplice: nel frigo.

Le lattine deformate non sono sicure

Non è detto che non si possa mangiare cibo da lattine di alluminio deformate. La forma della lattina ovviamente non influisce in alcun modo sulla qualità del cibo, tuttavia se è forata (e dunque c’è il contatto del cibo con l’esterno) oppure ossidata potrebbe essere molto pericoloso.

Durante la cottura evapora tutto l’alcool

Capita a volte di utilizzare alcool (solitamente vino ma anche liquori) per la preparazione di piatti. Si dice che l’alcool evapori totalmente, lasciando solo l’aroma ad insaporire il cibo: no, non è esatto. Se utilizziamo l’alcool per una cottura rapida, l’85% di questa sostanza rimane nel cibo; dopo un’ora a fuoco lento rimane il 25%; dopo 3 ore ne resterà ancora il 5%.

Gli avanzi devono essere buttati dopo una settimana

Gli avanzi di un pranzo o di una cena possono essere conservati al massimo per 3 giorni, non di più. Se sappiamo di non consumarli subito, meglio metterli in freezer.

LEGGI ANCHE:  Insonnia e ansia: probabilmente c’è un collegamento reciproco

Le uova non vanno conservate nella porta del frigo

Le uova non andrebbero esposte a sbalzi di temperatura (ciò che avviene nel momento in cui le mettiamo in frigo). Per cui dovremmo limitarci a conservarle a temperatura ambiente nella loro confezione.

Riempire ripetutamente le bottiglie d’acqua è dannoso

Riempire quotidianamente bottiglie d’acqua per riutilizzarle può essere nocivo, dato che i batteri accumulati vanno a riprodursi senza sosta. Per evitare ciò è necessario lavare le bottiglie con acqua bollente e sapone.

Il cibo deve raffreddarsi prima di essere messo in frigo

Prima di riporre un cibo caldo in frigo è necessario attendere 2 ore. Mettendo in frigo un alimento caldo creerà sbalzi di temperatura che influiranno su tutti gli alimenti lì conservati.

Le padelle antiaderenti sono cancerogene

Purtroppo è vero, il materiale di pentole e padelle antiaderenti (comunemente noto come Teflon) sprigiona gas tossici al raggiungimento dei 370 gradi di temperatura. Per evitare ciò è necessario mantenere la cucina ben ventilata durante il loro utilizzo e di disfarsene appena notiamo graffi e lesioni della superficie.

Aggiungere olio all’acqua della pasta evita che questa si incolli

Non è vero, e inoltre la superficie della pasta diverrà scivolosa e impedirà alla salsa di aderire bene.

Biologa Nutrizionista: Maria Leonardi

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...