Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Mordersi le unghie corrisponde, senza dubbio, a questo di questo tipo di personalità

Pubblicità

Per molto tempo la convinzione più accreditata tra gli psicologi e anche tra le persone laiche, “normali”, è stata che mordersi le unghie sia il segno inequivocabile di una personalità ansiosa e incerta.

Adesso una ricerca pubblicata sul Journal of Behavior Therapy and Experimental Psychiatry suggerisce che mordersi le unghie potrebbe invece essere indice di una personalità di tipo perfezionistico.

L’ipotesi del dottor Kieron O’ Connor, l’autore dello studio, è che le persone che si mangiano le unghie siano individui incapaci di portare avanti le proprie attività normali e di rilassarsi al tempo stesso. Si tratterebbe in altri termini di persone inclini alla frustrazione e all’impazienza allorché non riescono a raggiungere le mete che si erano date.

La ricerca ha coinvolto 48 persone con abitudini cosiddette “ripetitive”, come per l’appunto mordersi le unghie. Ciascuna di esse ha dovuto rispondere a una serie di domande che erano intese a evidenziare le loro capacità di organizzazione e di autocontrollo emotivo.

Pubblicità

In base alle risposte ottenute, la ricerca ha inquadrato le persone che si mordono le unghie come “perfezioniste organizzative”, ovvero inclini a pianificare tutto fino al dettaglio e a caricarsi all’eccesso di lavoro. Insomma, il loro tratto distintivo sarebbe l’incapacità a rilassarsi.

In questo quadro, mordersi le unghie sarebbe un modo per liberarsi dell’energia in eccesso, ovvero di scaricare all’esterno la frustrazione per non essere in grado di fare tutto quello che ci si era prefissi.

Dal punto di vista medico, anche se potrebbe sembrare che mordersi le unghie possa essere del tutto innocuo, ci sono in realtà dei rischi da non sottovalutare: rischi per esempio di infezione e di danni a lungo termine, come per esempio l’indebolimento dei denti e la deformazione delle unghie.

È anche per il rischio di danni fisici del genere che molte persone con questa abitudine si rivolgono a un esperto per un aiuto psicologico.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...