Lievito di birra fai da te, velocissimo da preparare. Ecco la ricetta per farlo in casa!

Lievito fatto in casa: mala tempora currunt! Dicevano gli antichi.

In questo particolare periodo di quarantena, i supermercati sono letteralmente saccheggiati e trovare alimenti base come farina e lievito diventa una impresa. A mali estremi estremi rimedi, ecco come prepararsi il lievito in casa in pochissimi minuti.

Lievito veloce fatto in casa

Per 100 g di farina, occorre:

  • Birra 50 ml non pastorizzata
  • 100 g farina tipo 0 (va bene anche la 00)
  • contenitore con coperchio (tipo Tupperware)

Procedimento:

Versare la birra nel contenitore e aggiungere la farina. Mescolare bene fino ad ottenere un composto pastoso. Chiudere ermeticamente con il coperchio e lasciare riposare per 24 ore ad una temperatura di almeno 20-22°. Si consiglia inoltre di lasciare riposare il lievito in un luogo asciutto e al riparo da fonti di luce.

lievito fatto in casa

Come utilizzare il lievito fatto in casa:

200 g vanno bene per 1 kg di farina. Se serve una dose di farina maggiore basterà aumentare le dosi del lievito, quindi per 1,5 kg di farina serviranno 300 g di lievito, per 2 kg di farina invece 400 g di lievito.

Qualche consiglio per utilizzare il lievito fatto in casa

Se rimane del lievito dopo averlo utilizzato, è meglio conservarlo in frigo per un massimo di due giorni. Tuttavia è consigliato prepararne la dose che serve per la quantità di farina che si ha in mente di usare.

Mentre preparate l’impasto aggiungete un po’ di zucchero, anche se state preparando una ricetta salata. Lo zucchero contribuirà a nutrire il lievito e renderà migliore la lievitazione.

Se aggiungete il sale, cercate di aggiungerlo non direttamente sul lievito perché ne può impedire l’azione lievitante. Questa circostanza accade se il contatto sale lievito avviene per troppo tempo.

LEGGI ANCHE:  Le incredibili proprietà delle Fave: ecco perché non dovrebbero mai mancare in tavola

Infine un consiglio sulla lievitazione: perché sia più rapida, riponete l’impasto in un luogo tiepido, per esempio nel forno con la lucetta accesa. Questo ne favorirà crescita e allo scadere della canonica ora di attesa l’impasto sarà prontissimo.

Se invece volete conservare l’impasto per il giorno dopo basterà metterlo in frigo, crescerà più lentamente ma verrà benissimo ugualmente.

Buona preparazione!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...