Non solo le api sono in pericolo: oltre il 40% degli insetti impollinatori è a rischio estinzione

non solo le api sono 2

Si fa un gran parlare di pesticidi, ultimamente, perché non solo le api sono in pericolo! A rischio estinzione risultano anche altri insetti impollinatori. Dalla loro laboriosità dipende l’agricoltura dell’interno pianeta, quindi, di riflesso anche la nostra sopravvivenza.

Tutelarli deve diventare una priorità! A minacciare la loro riproduzione oltre ai diserbanti e gli insetticida, anche le variazioni climatiche dovute all’inquinamento.

Si è valutato che il numero di specie che contribuiscono alla riproduzione di fiori e pianti si aggira intorno alle 20.000 varietà tra farfalle, coleotteri, falene, api e vespe. Laboriose come sono, queste creature garantiscono circa l’80% della riproduzione di frutta e verdure. Ma il 40% di essi è oggi in pericolo.

A dichiararlo, è il WWF! Cerchiamo di saperne di più e vediamo insieme cosa possiamo fare per fermare questa catastrofe.
non solo le api sono 2

Non solo le api sono in pericolo: cosa possiamo fare per salvare gli impollinatori

A lanciare l’allarme in occasione della giornata mondiale a tutela delle api, il 20 maggio scorso è il WWF, che snocciola alcuni dati allarmanti.
Un’analisi inglese ha preso in considerazione l’impatto sui parabrezza dei veicoli registrando un calo del 60% degli insetti rispetto al 2004.
Uno studio tedesco ha valutato una diminuzione pari al 78% degli impollinatori dal 2008 al 2017. E ancora, dal 1990 al 2017 il numero delle farfalle ha avuto un crollo medio del 49%, secondo il Living Planet Index (Indice del Pianeta Vivente, ossia l’indicatore dello stato di salute delle biodiversità).

Cosa possiamo fare per aiutare la sopravvivenza di api e insetti? Tanto, con piccole azioni, ogni giorno.

Poche accortezze possono fare la differenza:

  • comprate solo ortaggi e frutta biologiche per non sostenere le aziende che si servono di pesticidi dannosi e sostituire i piccoli produttori;
  • acquistate miele bio, rispettoso delle api;
  • piantate su terrazzi e balconi tanti fiori in modo da attirarle, coltivandoli però solo con concimi naturali;
  • create un abbeveratoio per api, è semplicissimo! Vi basterà mettere in una ciotola delle biglie o dei sassolini e aggiungere acqua quanto basta, senza sommergerli. Le api si appoggeranno al materiale e potranno bere con facilità, per tornare alacremente al loro prezioso lavoro!
Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...