Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Non utilizzare più questa spezia! I danni al vostro corpo possono essere irreparabili.

Pubblicità

Sai cosa stai mangiando? Che si tratti di riso e fagioli, bistecca e patatine fritte. Si può effettivamente essere avvelenati ogni singolo giorno. Ma come? La risposta è semplice: il grande colpevole è il glutammato monosodico o MSG (glutammato monosodico, glutammato Monossodium, nome originale inglese).

Fondamentalmente si tratta di un esaltatore di sapidità, meglio conosciuto come additivo alimentare. Purtroppo, oggi, si consuma più di quanto pensiamo, soprattutto quando abbiamo l’abitudine di mangiare cibi elaborati.

Il MSG è usato in zuppe in scatola, biscotti (o biscotti), carne, insalate, piatti surgelati e molti altri.

Pubblicità

Può apparire anche nei cibi dei ristoranti e supermercati, nella mensa dei propri figli e anche nelle formule alimentari per bambini e neonati. 

Il problema è che il glutammato esalta il sapore, molto più del sale e pepe, e dà più gusto a carni trasformate, pasti surgelati, insalate e cibi in scatola.

condimento industrializzato

Nel 1908, il giapponese Kikunae Ikeda ha scoperto che una sostanza naturale ha incrementato il gusto delle alghe. Così è stato in grado di creare un additivo alimentare, il famoso MSG .

3134_G

Questo additivo ha il potere di ingannare la lingua, perché quando si mangia ha la sensazione di avere un sapore migliore. Infatti, il GMS rappresenta oggi il quinto stato del gusto, umami.

Nel 1959, l’ FDA ((Food and Drug Administration o l’Agenzia degli Stati Uniti per Food and Drug Administration) ha classificato il prodotto come sicuro e nulla è stato fatto da allora. Ora le cose stanno cambiando.

Pubblicità

Molte persone si sono sentite male dopo aver mangiato questo additivo.

A quanto pare, il glutammato può essere molto più pericoloso di quanto credessimo. Secondo il dottor Russell Blaylock , neurochirurgo certificata, il prodotto è un Excito-tossina che eccita molto le cellule, causando danni e aggravando i disturbi dell’apprendimento, il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson, il morbo di Lou Gehrig, ecc.

Secondo la FDA , “Gli studi hanno dimostrato che il corpo utilizza glutammato, un aminoacido, che funge da trasmettitore di impulsi nervosi nel cervello e ci sono anche tessuti che rispondono al glutammato in altre parti del corpo.”

Inoltre, “le anomalie nel funzionamento del recettore del glutammato è stato collegato a determinate malattie neurologiche, come l’Alzheimer e la malattia di Huntington (disturbo spontaneo caratterizzato da movimenti muscolari anomali e irregolari). iniezioni di glutammato in animali da laboratorio ha provocato danni alle cellule cerebrali.”

Secondo il medico, “Quando un eccesso di eccitotossine di origine alimentare come MSG, proteine idrolizzate e concentrato di soia, caseinato di sodio e aspartato aspartame, sono consumati, questi recettori del glutammato sono sovrastimolati, producendo aritmia cardiaca “.

Alcuni sintomi comuni del consumo regolare di GMS sono:

  • obesità
  • danni agli occhi
  • Mal di testa (cefalea)
  • Stanchezza e disorientamento
  • depressione

Ma ci sono altri sintomi che possono verificarsi in un certo gruppo di persone, in particolare quelli che hanno mangiato una grande quantità di sostanza:

  • perdita di sensibilità
  • sensazione di bruciore
  • pizzicore
  • Pressione o sensazione di soffocamento
  • dolore al petto o difficoltà di respirazione -Cefalea
  • nausea
  • batticuore
  • sonnolenza
  • debolezza

Se avete uno di questi sintomi ricorrenti, potrebbe essere il momento di consultare un medico e capire meglio le cause. Oggi, il 40% della popolazione può essere influenzata dagli effetti del glutammato. Quindi, meglio fare attenzione.

Pubblicità

Ma come si fa a sapere se il cibo che consumiamo contiene MSG? Purtroppo, è sempre più difficile da identificare, dal momento che le aziende tendono a nascondere la sostanza del loro confezionamento. 

temp6

 

Quindi il modo migliore per evitare di essere avvelenati è semplicemente la ricerca e il consumo di prodotti freschi, naturali, cioè non industrializzati.

spezie

Fonte: Best of Web

 


Potrebbe interessarti anche...