Olio della frittura: non buttarlo mai! Scopri perché e cosa ci puoi fare

non buttare lolio della frittura olio esausto 1

Non buttare l’olio della frittura: scopri il perché e cosa ci puoi fare

Dopo un buon piatto di frittura una domanda aleggia nella nostra testa: come bisogna eliminare tutto l’olio rimasto?

Eliminare questo rifiuto non è una cosa semplicissima. Spesso si tende a buttare l’olio della frittura, rimasto in padella, nel lavello della propria cucina. Quest’azione sembra innocua ma potrebbe danneggiare le tubature in maniera importante.

non buttare lolio della frittura olio esausto 1

Non buttare l’olio della frittura: scopri il perché e cosa ci puoi fare

Niente panico! La soluzione è semplicissima! Per trovarla devi solo continuare a leggere questa pagina.

Perché invece di buttare l’olio della frittura non cominciamo a riciclarlo?

Ebbene sì, anche l’olio utilizzato per friggere può essere riciclato.

Preparati a stupirti perché con l’olio della frittura possiamo decorare la nostra casa. In che modo? Creando delle candele profumate ovviamente.

É davvero possibile realizzare delle candele profumate fatte in casa con l’olio rimasto in padella?

Sì, possiamo realizzare delle candele profumate meravigliose in pochi e semplici passaggi.

Gli ingredienti da utilizzare per portare a termine questo progetto di riciclaggio sono:

  • Olio della frittura
  • Cera di soia
  • Alcune gocce del proprio olio essenziale preferito

In più, ovviamente, occorrono i seguenti attrezzi:

  • Stoppini
  • Vasetti per candele

Qui di seguito troverai tutti i passaggi per realizzare con l’olio della frittura una candela. Sarà perfetta per profumare, e arredare, ogni ambiente della nostra casa.

Quello che dobbiamo fare è davvero semplice. Prima di tutto bisogna filtrare l’olio rimasto in padella più di una volta in modo da eliminare completamente ciò che rimane dell’impanatura e del cibo cotto precedentemente.

Dopodiché utilizzando la cottura a bagnomaria andiamo a sciogliere la cera di soia. Alla fine di questa operazione aggiungiamo le gocce del nostro olio essenziale e l’olio fritto precedentemente filtrato.

LEGGI ANCHE:  Ferro da stiro verticale: i suoi vantaggi, ottimi per chi non ama stirare!

Successivamente sistemiamo nel portacandela che abbiamo scelto uno stoppino e versiamo dentro il nostro composto appena realizzato.

Lasciamo riposare il tutto per un giorno intero. Dopodiché tagliamo lo stoppino dandogli la lunghezza che desideriamo.

Non resta che accendere la nostra candela.

Visto che si può riciclare qualsiasi cosa? Buon lavoro!

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...