Dopo l’operazione, decide di staccarsi la flebo e di fuggire nudo dall’ospedale per bere una birra

Ammettiamolo: subire un’operazione non è semplice. Siamo costretti a stare in ospedale, per guarire, e questo non piace a tutti. Dobbiamo seguire il rigido protocollo, fare attenzione ai punti e sperare in bene per la nostra salute. I medici ci controllano, le infermiere anche e il giro dei parenti ci rende piuttosto sofferenti. Che cosa ci vuole per stare meglio? Be’, quest’uomo ha pensato bene di fuggire dalla propria camera d’ospedale per bere una birra.

Il fatto è avvenuto in Siberia ed è documentato da una foto, un reperto che potremmo definire “storico”. Immaginate di essere seduti a un pub, tranquilli, mentre sorseggiate la vostra pinta. Ecco, a un certo punto, la porta si apre e appare lui, un uomo fuggito dall’ospedale di Sayanogorsk. Perché l’uomo è fuggito? Che cosa aveva in mente?

Dopo l’operazione, decide di staccarsi la flebo e di fuggire nudo dall’ospedale per bere una birra

Quel giorno, dobbiamo ammetterlo, faceva particolarmente freddo: pensate che la temperatura segnava – 16°. Eppure, quest’uomo, folle del suo desiderio, è fuggito dall’ospedale: non solo era nudo (stringeva attorno alla vita il lenzuolo), ma aveva ancora le medicazioni dell’intervento. Una storia che sembra pazzesca, ai limiti di un film comico, eppure è una storia che è realmente avvenuta. Il racconto, infatti, è stato condiviso dal Siberian Times.

Purtroppo, l’uomo non è riuscito nel suo intento e non ha potuto bere la sua tanto amata birra. La cosa curiosa è che l’uomo non presenta alcun disturbo psicologico. Probabilmente, provato dall’operazione, voleva solo riposare un po’ in pace al pub. Ma come è riuscito a scappare? In effetti, i medici si sono detti sorpresi del suo gesto e soprattutto di come nessuno si sia minimamente insospettito. Ad avvertire la polizia è stato il gestore del pub, che si è detto allarmato della sua presenza nel suo locale.

LEGGI ANCHE:  Dal 1960 Il cubo di Heineken, da una bottiglia di birra nasce la sostenibilità

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...