Orchidea con foglie gialle: Il metodo economico e veloce per averle verdi e brillanti!

orchidea con foglie gialle il orchidee con foglie gialle

Orchidea con foglie gialle: Il metodo economico e veloce per averle verdi e brillanti!

Chi ama le piante ed è provvisto di “pollice verde” è cosciente del fatto che bisogna curare le piante con attenzione e amore.

Le orchidee che abbiamo in casa hanno bisogno di continue cure per evitare che possano essere attaccate da funghi e batteri.

Nel caso in cui purtroppo i funghi riescano a danneggiare le orchidee dobbiamo cercare di guarirle e di farle tornare rigogliose.

Orchidea con foglie gialle

Orchidea con foglie gialle: Il metodo economico e veloce per averle verdi e brillanti!

Come può ammalarsi un’orchidea? E cosa possiamo fare?

Con il metodo che andremo a vedere riusciremo ad aiutare a guarire le foglie delle piante diventate gialle. In questo modo la pianta crescerà in modo decisamente migliore.

L’orchidea può ammalarsi per molti motivi. La pianta può essere stata esposta troppo e direttamente alla luce del sole oppure il terreno può essere stato poco annaffiato e quindi risultare asciutto.

Per gestire ed eliminare la malattia dei funghi che affligge la pianta dobbiamo rimuovere le foglie danneggiate. Per farlo basta solo dividerle a metà e rimuoverle completamente.

Dopo aver eliminato le foglie danneggiate bisogna estrarre la pianta dal vaso e rimuovere i vecchi materiali usati per la piantagione. Tagliamo anche le radici secche e danneggiate.

Ed è dopo queste operazioni che entra in scena il perossido di idrogeno.

A cosa serve il perossido di idrogeno? Come bisogna utilizzarlo?

Il perossido di idrogeno ha proprietà antibatteriche utili a disinfettare la pianta nel modo migliore.

Dobbiamo versare tutta la boccetta acquistata in un innaffiatore e poi spuzzarlo in modo uniforme su tutta l’orchidea.

In questo modo proteggeremo la pianta da batteri e funghi.

LEGGI ANCHE:  Torta crepata? Il rimedio per ricompattarla e renderla perfetta!

Non resta che selezionare un vasetto che favorisca il drenaggio e portare sulla base dei piccoli pezzi di polistirolo.

Dopodiché portiamo nel vaso la corteccia di pino lasciata precedentemente immersa per un quarto d’ora in acqua. Successivamente inseriamo l’orchidea e intorno ai bordi del vaso andiamo a sistemare i gusci del cocco. Mi raccomando anche il cocco deve essere precedentemente lasciato 15 minuti immerso in acqua.

La pianta si riprenderà rapidamente, basterà riporre il vaso in un luogo luminoso e arieggiato.

Che aspetti a metterti a lavoro e a curare la tua pianta d’appartamento? Vedrai che la curerai in modo egregio.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...