Fa il bullo, il papà lo fa andare a scuola sotto la pioggia

Un padre ha deciso di punire il proprio figlio a seguito di alcuni atteggiamenti indisciplinati. Il figlio, infatti, stava facendo il bullo a scuola. L’uomo si chiama Bryan Thornhill, risiede in America. Dopo essere stato convocato a scuola, a causa del bullismo messo in atto da suo figlio, ha deciso di punirlo. Una storia diversa dal solito, quella che stiamo per raccontarvi. Di solito, infatti, i genitori prendono le difese dei propri figli e decidono di non punirli. Stavolta, le cose sono andate diversamente.

Bryan era stato convocato dalla Preside, che gli ha spiegato come il figlio non si comportasse affatto bene con i propri compagni. Faceva il prepotente, prendeva in giro tutti e insultava persino i professori. Thornhill è rimasto sì sorpreso, ma al contempo ha deciso immediatamente di prendere dei provvedimenti e di punire il figlio per il suo comportamento. Non ci ha pensato un solo minuto: doveva fare qualcosa.

Il padre punisce il figlio per avere fatto il bullo a scuola: “andrà in classe a piedi anche sotto la pioggia”

Il figlio è stato sospeso per tre giorni dalla scuola, ma ci è andato ugualmente: non è entrato in classe. Tuttavia, il padre ha deciso di farlo correre fino a scuola per quei tre giorni, anche sotto la pioggia. La scuola dista dalla loro casa circa 2 km. Non solo: il padre ha ripreso la scena e ha deciso di condividerla sui Social, per mandare un messaggio anche ai genitori con figli bulli.

Ha spiegato il motivo della sua decisione e ha invitato gli altri genitori a punire i propri figli, per insegnare loro l’educazione e il rispetto. Ogni atteggiamento da bullo non può essere accettato o tollerato. La responsabilità, dice Bryan, è dei genitori: “Siamo noi a dovere educare al meglio i nostri figli: non possiamo chiudere gli occhi.”

LEGGI ANCHE:  Anticipazioni Il Paradiso delle Signore 27 luglio - 31 luglio: Angela riceve notizie su suo figlio

Risultati immagini per Fa il bullo, il papà lo fa andare a scuola sotto la pioggia

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...