Pane azzimo integrale: a basso indice glicemico, ottimo per la dieta

pane azzimo integrale a basso pane azzimo

Pane azzimo integrale: a basso indice glicemico, ottimo per la dieta

Pane azzimo integrale. Come dice il nome greco (a-zumos), il pane azzimo si distingue dagli altri pani perché è senza lievito. Lo usavano gli ebrei per la loro Pasqua, che veniva detta appunto “Pasqua degli azzimi”, ma anche i cristiani di rito latino per la celebrazione dell’eucarestia.

pane azzimo integrale a basso pane azzimo

Si tratta di uno dei modi più antichi e più suggestivi di fare il pane, che veniva cotto sulla cenere calda oppure su una pietra o piastra rovente, due metodi di cottura che conferivano ciascuno un suo sapore particolare.

Il pane azzimo è un pane molto adatto a chi per motivi di salute deve fare attenzione all’indice glicemico, ma non è esattamente digeribile. Questo proprio perché manca il lievito, il che rende l’impasto un po’ troppo compatto.

Una cosa bella di questa ricetta, però, è che è molto semplice da preparare e il risultato è senz’altro interessante, per gusto e consistenza.

Gli ingredienti

Per cinque porzioni servono: 500 grammi di farina integrale; 300 millilitri di acqua a temperatura ambiente; sale q.b.

La preparazione

Per prima cosa si versa la farina sopra una spianatoia e vi si aggiunge il sale, dopodiché si mescola per bene.

Quindi si forma la classica fontana e un po’ alla volta si versa l’acqua nel “cratere”, dopodiché si prende a impastare con le mani. Questo deve durare per circa un quarto d’ora.

Trascorso il quarto d’ora è il momento di avvolgere l’impasto in un canovaccio pulito e di lasciarlo poi riposare per un’oretta.

Passata l’ora, si riprende l’impasto e lo si stende con un mattarello fino a ottenere una sfoglia di circa mezzo centimetro di spessore.

LEGGI ANCHE:  Gli agnolotti gobbi ai tre arrosti: la ricetta tradizionale piemontese

Infine si mette la sfoglia a cuocere dentro al forno preriscaldato a 220 gradi, per circa una ventina di minuti.

Buon divertimento e buon appetito!

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...